Maderoterapia, quali controindicazioni?
Rimedi naturali

Maderoterapia, quali controindicazioni?

La Maderoterapia® è una tecnica di massaggio indicata per trattare diverse zone del corpo stimolando il sistema nervoso. Ha moltissimi campi di applicazione e sono numerosi i suoi benefici, sia a livello fisico sia a livello psicologico. Il massaggio è normalmente ben tollerato, ma è bene parlarne prima con il medico o con il massaggiatore stesso, soprattutto in caso di patologie e disturbi in corso che potrebbero essere aggravati da movimenti e pressioni.

Le storie di Benessereblog

Oggi è la Giornata internazionale dell’epilessia
Malattie

Ogni secondo lunedì del mese di Febbraio si celebra la Giornata internazionale dell’epilessia, un’occasione preziosa per scardinare i falsi miti che circondano la malattia e chi ne è affetto. L’epilessia non è una malattia rara, non è contagiosa, e in alcuni casi può essere curata. Scopri come celebrare la Giornata internazionale dell’epilessia diffondendo informazioni e consapevolezza con chi ti circonda.

Debridat, quando prenderlo?
Terapie e Cure

Il momento esatto per prendere questo farmaco può variare a seconda delle indicazioni mediche. In generale, viene consigliato di assumere Debridat prima dei pasti per ottimizzare i suoi effetti sulla motilità gastrointestinale. Tuttavia, è importante seguire le istruzioni del medico o del farmacista e aderire al regime di dosaggio prescritto. La corretta assunzione contribuisce a regolare la motilità del tratto digestivo, offrendo un sollievo dai sintomi che si accusano.

Dipendenza affettiva: i sintomi per riconoscerla
Psicologia

La dipendenza affettiva si manifesta attraverso la paura costante di essere abbandonati, una gelosia eccessiva, un attaccamento ossessivo alle persone, il sacrificio delle proprie esigenze per gli altri. Ed ancora bassa autostima, ansia quando si è soli, instabilità emotiva, ricerca costante di approvazione esterna e ripetizione di schemi negativi nelle relazioni. Questi sintomi indicano una relazione disfunzionale con le emozioni e la dipendenza dagli altri per il proprio benessere.

Stress scolastico? Ecco come aiutare i bambini e i ragazzi
Psicologia

Lo stress scolastico è un disturbo piuttosto comune. Lo possono provare alunni e studenti di ogni età e frequentanti tutte le scuole, di ogni ordine e grado. Le cause scatenanti possono essere molte, così come numerosi sono i sintomi. Abbiamo rivolto alcune domande alla psicologa, in modo da capire come affrontare e risolvere il problema. Ecco cosa ci ha risposto.

Granuloma ombelicale: cos’è e come si cura
Genitori e figli

Il granuloma ombelicale è un nodulo color rossastro, con dimensioni che possono andare da 1 millimetro a 1 centimetro, circa. Questo nodulo può apparire leggermente umido, arrossato e tondeggiante. Si forma tra le pieghe della pelle dell’ombelico e si può comodamente individuare durante la pulizia dello stesso dopo la caduta del moncone ombelicale. Diversi i rimedi utili: se non dovessero funzionare, si deve ricorrere all’asportazione chirurgica.

Come sfogare la rabbia in modo sano
Psicologia

Sfogare la rabbia in modo sano è cruciale per mantenere il proprio benessere emotivo. Prima di tutto, riconoscete l’emozione senza giudicarvi, respirate profondamente per calmarvi e cercate di comprenderne la causa sottostante riflettendo su come affrontarla. Comunicare in modo rispettoso con l’eventuale persona coinvolta può aiutare a risolvere i conflitti. Utile è chiedere aiuto ad un professionista della salute mentale per imparare strategie efficaci di gestione di tale emozione.

Cuoio capelluto secco: cause e cura
Psicologia

Il cuoio capelluto secco può derivare da pelle disidratata, eccessivo lavaggio dei capelli, prodotti per lo styling aggressivi e condizioni mediche sottostanti. La cura implica l’idratazione con shampoo e balsamo specifici, limitando il lavaggio frequente, utilizzando prodotti delicati e applicando oli naturali. In caso di condizioni mediche sottostanti come tinea capitis (tigna del cuoio capelluto), psoriasi o cheratosi attinica è bene consultare un dermatologo.

Cosa deve e non deve mangiare chi ha l’anemia mediterranea
Malattie

Chi ha l’anemia mediterranea, anche in base alla gravità della patologia del sangue, che è ereditaria e può essere trasmessa ai propri figli, deve prestare massima attenzione agli alimenti ricchi di ferro, per evitare accumuli. Il ferro è presente in alimenti di tipo animale e di tipo vegetale, anche se l’assorbimento è maggiore nei primi rispetto ai secondi e varia anche in base alle condizioni di salute di ogni paziente.

L’aspartame fa male?
Nutrizione

L’aspartame è uno dei più diffusi dolcificanti artificiali oltre che uno dei componenti alimentari soggetti al maggior numero di rigorosi test di sicurezza. Noto anche con la sigla E951, è da sempre oggetto di dibattito circa la sua potenziale pericolosità per la salute umana. Tuttavia, gli studi scientifici e le valutazioni effettuata da parte degli Enti preposti hanno stabilito che, in generale, è sicuro per il consumo umano nei livelli di esposizione attuali.

Quali sono gli alimenti più ricchi di triptofano
Nutrizione

Il triptofano è un amminoacido essenziale, che non può essere sintetizzato dall’organismo umano, ma va assunto tramite l’alimentazione quotidiana. Gli amminoacidi sono i mattoncini che formano le proteine, per questo gli alimenti più ricchi di triptofano sono anche quelli altamente proteici. Il fabbisogno di triptofano può variare a seconda dell’età, del peso, dell’altezza, delle condizioni di salute, ma anche del livello di attività fisica svolta ogni giorno.

Quali sono gli alimenti che fanno bene al cuore
Nutrizione

Come tutti sappiamo, l’alimentazione è importante per tutelare la propria salute. Alcuni cibi hanno un impatto positivo anche sul nostro cuore, in particolare cioccolato fondente, cereali integrali, frutta e verdura. Abbiamo chiesto al dottor Godino, cardiologo, di dirci qualcosa in più a riguardo.

Sciroppo di glucosio, fa male?
Cibi e bevande

Lo sciroppo di glucosio può comportare rischi per la salute quando consumato in eccesso. È una fonte concentrata di zuccheri semplici, principalmente glucosio, che può provocare un aumento dei livelli di zucchero nel sangue, favorendo l’obesità, il diabete di tipo 2 e le malattie cardiache. Inoltre, il suo utilizzo frequente può contribuire alle carie dentali. Tuttavia, quando consumato con moderazione come parte di una dieta equilibrata, lo sciroppo di glucosio.