Benessereblog Alimentazione Dieta sana In che modo la dieta mediterranea si collega alla piramide alimentare?

In che modo la dieta mediterranea si collega alla piramide alimentare?

In che modo la dieta mediterranea si collega alla piramide alimentare?

Dieta mediterranea e piramide alimentare, un rapporto stretto che è bene conoscere. La dieta mediterranea, infatti, non è solo un regime alimentare, ma uno stile sano e nutriente da portare a tavola. Da imparare fin da piccoli e da non lasciare più.

La classica piramide alimentare si sposa alla perfezione con le “regole” della dieta mediterranea, perché si compone principalmente di alimenti che sono frutto della nostra tradizione gastronomica (che condividiamo con la maggior parte dei Paesi che affacciano sul Mar Mediterraneo).

Pietanze da prediligere per la salute di mente e corpo e che rappresentano la base di questa figura geometrica. Contro alimenti che, invece, è bene limitare per garantire il corretto funzionamento di tutto il corpo. E che rappresentano il vertice, quindi i cibi da mangiare con maggiore moderazione.

La piramide alimentare della dieta mediterranea

La dieta mediterranea non è un elenco di cibi che sarebbe meglio prediligere per uno stile di vita sano. Ma è una serie di consigli per vivere meglio. Si tratta di preparazioni che sono alla base della nostra cucina e che possono essere giorno dopo giorno fonte di nutrimento per mente e corpo.

Se vuoi seguire la dieta mediterranea, il nostro menù settimanale potrebbe tornarti utile.

Qual è lo scopo della piramide alimentare

Scopo della piramide alimentare è educare al mangiar sano, evitando di assumere troppo spesso alimenti che possono alla lunga causare danni all’organismo. Sì a frutta, verdura, cereali integrali, ma anche latte e derivati, meglio se magri e magari di capra, consumando pesce e carne bianca per avere fonti di proteine buone. Limitando invece il consumo di carni rosse, dolci, ma anche di junk food e di alcolici e super alcolici.

scopo della piramide alimentare
Fonte: Foto di Rudy and Peter Skitterians da Pixabay

Che cos’è la piramide alimentare mediterranea e come va letta

Nella piramide alimentare mediterranea i cibi sono suddivisi in base alla loro importanza. Alla base del triangolo troviamo quelli principali, da mangiare più frequentemente e da combinare tra loro per fare un pieno di nutrienti. Man mano che si cresce ci sono altri cibi da consumare con più moderazione, con consigli su quante porzioni consumare. In cima, invece, i cibi che sarebbe meglio limitare e rendere solo occasionali e non l’abitudine quotidiana a tavola.

La dieta mediterranea rappresenta un modello nutrizionale che si ispira agli stili alimentari tradizionali dei Paesi del Mediterraneo. Dalla base alla vetta della piramide ci sono gli alimenti  da consumare con indicazioni precise, da seguire per uno stile di vita sano.

Quali sono gli alimenti della dieta mediterranea

La dieta mediterranea si basa su alimenti principalmente di tipo vegetale, seguendo la loro stagionalità e consigliandone il consumo a crudo per mantenere intatte le proprietà. Oltre alla verdura e alla frutta, sì anche a cereali, meglio se integrali, e ai legumi, proteine più sane rispetto a quelle di origine animale. La carne, soprattutto quella rossa e più grassa, è da mangiare in modalità ridotta, prediligendo nell’ordine il pesce povero del Mediterraneo e carni bianche rigorosamente magre.

Via libera a condimenti, a patto di usare solo olio extravergine di oliva a crudo. E spezie ed erbe aromatiche per ridurre il consumo di sale. La dieta mediterranea prevede un’assunzione di acqua sufficiente per mantenere tutto il corpo idratato. E sconsiglia il ricorso a bevande gassate ed edulcorate, mentre il vino, soprattutto se rosso, è ben accetto, ma solo un bicchiere a pasto.

Quali cibi sono in basso nella piramide alimentare mediterranea

I cibi alla base della piramide alimentare sono ovviamente quelli consigliati perché fanno bene alla salute di grandi e piccini:

  • verdura (più di 2 porzioni al giorno)
  • frutta (1 o 2 porzioni al giorno)
  • cereali, meglio se integrali (pane, pasta, riso, cous cous e altri, 1 o 2 porzioni al giorno)

Oltre a questo, alla base troviamo un’indicazione davvero fondamentale. Oltre a prediligere questi alimenti sopra descritti, assumendo anche quelli della fascia intermedia con moderazione, limitando quelli in cima che ti indicheremo dopo, devi bere tanta acqua. Gli esperti dicono almeno 1 litro e mezzo o 2 litri di acqua. Dosi da aumentare nelle donne incinta, per una dieta in gravidanza salutare e benefica per mamma e bambino.

Salendo, invece, nella fascia intermedia troviamo altri alimenti, da consumare con minore frequenza, ma che comunque sono fondamentali per la salute di ogni parte del corpo.

  • Frutta a guscio, semi e olive (1 o 2 porzioni al giorno, un porzione equivale a circa 30 grammi)
  • Erbe aromatiche, spezie, aglio e cipolla, da prediligere per poter ridurre il sale aggiunto ai nostri piatti
  • Latte e derivati, come formaggi, preferibilmente a ridotto contenuto di grasso come lo yogurt (2 o 3 porzioni al giorno da 125 ml)
  • Olio extravergine d’oliva da consumare a crudo (3 o 4 porzioni al giorno, una porzione è circa un cucchiaio, 10 ml)
piramide alimentare mediterranea
Fonte: Fondazione Veronesi

Quali cibi sono in alto nella piramide alimentare mediterranea

Nel vertice della piramide alimentare mediterranea, invece, troviamo cibi che si possono consumare, ma con maggiore moderazione, limitandone il consumo. Alimenti che non sono assolutamente da consumare ogni giorno, ma settimanalmente in porzioni ridotte. Forniscono proteine, quindi da prediligere pesce e legumi e poi il resto. Nel dettaglio sono:

  • Pollame (1 o 2 porzioni a settimana)
  • Pesce, crostacei e molluschi (2 porzioni o più a settimana)
  • Uova (2 o 4 porzioni a settimana)
  • Legumi (2 porzioni o più a settimana)
  • Salumi, affettati e altre carni processate (1 porzione o meno a settimana, dove la porzione è circa 50 grammi)
  • Carne rossa (2 porzioni o meno a settimana, dove la porzione è circa 100 grammi)
  • Dolci (2 porzioni o meno a settimana)
Piramide alimentare e dieta mediterranea
Fonte: Foto di DanaTentis da Pixabay

Piramide alimentare e dieta mediterranea, un legame stretto

La piramide alimentare classica e la dieta mediterranea hanno un legame stretto, perché entrambe forniscono indicazioni utili per mangiare sano. Sono complementari, anche perché di fatto la piramide alimentare si basa proprio sullo stile nutrizionale tipico delle popolazioni che si affacciano sul Mar Mediterraneo.

Alimenti di origine vegetale, cereali e derivati, meglio se integrali, legumi e olio extravergine di oliva sono alla base. Così come il latte e derivati e il pesce, da preferire alla carne per ottenere proteine di origine animale. Limitare dolci e carni rosse, ma anche salumi e alcolici e super alcolici. Ecco la strada da seguire e da insegnare per ottenere tutti i benefici della dieta mediterranea.

Seguici anche sui canali social