Rimedi contro la nausea gravidica: quali sono i migliori

Chi soffre di nausea in gravidanza spesso vive male questa condizione, sentendosi frenata nelle proprie attività quotidiane

Rimedi nausea gravidica

Durante il periodo di gestazione, si può presentare il classico problema della nausea gravidica, che in genere compare dopo la quinta settimana e inizia a scemare dopo il terzo mese. La colpa è da imputare agli ormoni, che causano, fra le altre cose, rallentamento a livello di digestione e maggiore sensibilità agli odori.

Come detto, questa condizione è assolutamente naturale e per molte donne non rappresenta un grande disagio. Tuttavia, se la nausea diventa invalidante e prosegue fino al termine della gestazione, si parla di iperemesi gravidica, che va trattata invece con le dovute accortezze e attenzioni, perché potrebbe compromettere la salute della gestante.

Salvo però questo caso particolare, in tutti gli altri la nausea gravidica non deve destare preoccupazione, ma può comunque essere alleviata con rimedi poco invasivi ed efficaci. Il primo è mangiare poco e spesso e consumare alimenti leggeri e facilmente digeribili, così da non patire il classico peso sullo stomaco del cibo non assimilato.

Da evitare sono alimenti troppo grassi e piccanti, ma anche quelli eccessivamente dolci, che possono peggiorare lo stato di nausea. Invece tutto ciò che è secco e salato, come gallette e crackers, va benissimo per contrastare il problema, darci un po' di energia quando ne abbiamo bisogno ed evitare di incappare invece in difficoltà digestive.

Anche le mele e lo zenzero sono ottimi cibi, amici delle future mamme. Sgranocchiare una mela al mattino aiuta a smorzare il senso di vomito, ma fornisce anche una discreta quantità di fibre per favorire la regolarità intestinale, spesso molto lenta in gravidanza.

Caramelle o una tisana calda allo zenzero, da sorseggiare nel corso della giornata sono poi dei veri toccasana, assolutamente sicuri durante la gestazione. I gingeroli si sono dimostrati efficaci nel velocizzare i processi digestivi e accelerare lo svuotamento dello stomaco, riducendo così la nausea. Attenzione però se si soffre di gastrite, perché questo rimedio potrebbe peggiorarla.

Durante i 9 mesi di dolce attesa, ogni futura mamma lo sa, i farmaci vanno assunti solo in casi di effettiva necessità e sotto stretto controllo medico. Per tale motivo anche gli antiemetici tradizionali vanno evitati o quantomeno limitati alle situazioni più critiche.

In genere il Biochetasi resta uno dei medicinali con meno effetti collaterali in gravidanza e allattamento, ma va sempre suggerito dal proprio ginecologo. Si sono dimostrati efficaci contro la nausea gravidica anche gli integratori di vitamina B6, ma sempre da assumere nelle dosi e nei tempi suggeriti dal medico.

Spesso la vitamina B6 è comunque già presente nei supplementi multivitaminici che spesso vengono prescritti alle donne in stato interessante. In questo caso attenzione ai dosaggi, perché eccedere con la B6 può creare qualche disturbo inatteso.

Foto | Pixabay

  • shares
  • Mail