Abusi sui bambini in aumento durante la pandemia

Abusi sui bambini in aumento durante la pandemia

Gli episodi di abusi sui bambini sono aumentati spaventosamente durante la pandemia: ecco le cause e cosa possono fare i pediatri

Maltrattamenti e abusi sui bambini, noncuranza nei confronti dei loro bisogni primari, veri episodi di violenza fisica, verbale e assistita: queste sono solo alcune delle drammatiche conseguenze che la pandemia di Covid ha fatto emergere nell’ultimo anno. Abbiamo spesso parlato dei casi di violenza domestica sulle donne esacerbati a causa dei lockdown e delle restrizioni. A pagare le spese di una situazione che si protrae da molto tempo sono però anche i bambini.

Lo rendono noto la Società Italiana di Pediatria (Sio) e la Federazione Italiana Medici Pediatri (Fimp), che anche quest’anno hanno promosso il progetto Menarini. L’iniziativa si prefigge lo scopo di creare una rete di pediatri ‘sentinelle’, il cui compito sarà quello di individuare i segni di abusi, anche quelli invisibili, di cui sono vittime i bambini.

Del resto, il quadro emerso in questo anno di pandemia è davvero spaventoso. Fra gli abusi più comunemente riscontrati vi sono infatti:

Abusi sui bambini: perché sono aumentati con la pandemia?

Ma a cosa sarà dovuto l’aumento dei casi di abusi sui minori durante la pandemia? Oltre ai lockdown, che limitano molto le libertà di genitori e figli, causando un forte senso di stress, si aggiungono anche problematiche familiari di fondo, situazioni finanziarie difficili e spesso disastrose, e infine anche il burnout.

I genitori non possono più fare molto affidamento sui nonni per l’accudimento dei figli. Al tempo stesso, i bambini non hanno modo di rivolgersi a figure “protettive” normalmente presenti come gli insegnanti, ai quali in condizioni normali potrebbero chiedere aiuto. Tutto ciò sta scatenando un effetto a catena molto preoccupante. A pagarne il conto, come sempre, sono proprio i più vulnerabili, in questo caso i bambini.

Ad aggravare ulteriormente la situazione è il crescente uso dei social da parte di adolescenti e bambini, che li espone a un concreto rischio di adescamenti, abusi online e cyberbullismo.

È proprio per proteggere i più piccoli da situazioni difficili del genere che nasce dunque il progetto Menarini, che vuole istruire i pediatri – attraverso dei corsi on line – a riconoscere immediatamente i segni di abusi psicologici e fisici sui bambini, e quindi attivarsi di conseguenza.

via | Ansa

Foto di Alexandra A life without animals is not worth living da Pixabay

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog