Benessereblog Benessere Genitori e figli Abusi invisibili sui bambini: un problema da non ignorare

Abusi invisibili sui bambini: un problema da non ignorare

Abusi invisibili sui bambini: un problema da non ignorare

Quando si parla di abusi sui minori, non si parla solamente di violenze fisiche, sessuali o psicologiche, ma anche di quelli che vengono definiti dagli esperti come “abusi invisibili”, che non lasciano segni ben evidenti (come i lividi sul corpo ad esempio), ma che possono segnare la vita dei bambini anche quando raggiungeranno l’età adulta.

Secondo le stime, sono circa 60.000 i bambini vittime ogni anno di abusi “invisibili”, maltrattamenti che vanno dalla trascuratezza materiale a quella affettiva da parte dei genitori, ma che possono comprendere anche un eccesso di cure mediche e di aspettative nei confronti dei propri figli, che si sentiranno costantemente sotto pressione.

Gli esperti fanno sapere che, su un totale di circa 100.000 casi di bambini e adolescenti vittime di abusi ogni anno, più del 60% sono causati dalla trascuratezza. Per fronteggiare una situazione che non deve essere assolutamente sottovalutata, è stato da poco inaugurato il progetto ad opera di Menarini, che porterà alla formazione di una rete di pediatri che dovranno essere in grado di riconoscere i segnali di difficoltà nei bambini.

Tra i campanelli d’allarme da non sottovalutare vi sono un improvvisa tristezza nel bambino, un calo del rendimento scolastico e comportamenti autolesionistici.

A commentare il nuovo e importante progetto è Pietro Ferrara, referente della Sip per abusi e maltrattamenti, che spiega:

La formazione su questi temi è diventata indispensabile anche nelle forme diverse da quelle ‘tradizionali’ delle violenze fisiche e degli abusi sessuali.

via | Ansa
Foto da Pixabay

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social