Come riutilizzare l'acqua di cottura della pasta

Per la serie "in cucina non si butta via niente", gli usi utili ed originali dell'acqua di cottura della pasta

Come riutilizzare l'acqua di cottura della pasta Oltre a costituire un'idea antispreco, riutilizzare l'acqua di cottura della pasta ha i suoi vantaggi. Ricca di benefici, si presta a diversi utilizzi, e non solo in cucina, ma anche nel campo della bellezza, del benessere e della botanica. Già.

Quindi, quando a pranzo sarete in procinto di scolare la pasta, ricordate di raccoglierla, farla eventualmente raffreddare e conservarla dentro delle bottiglie di vetro per poi riprenderle al momento opportuno. Ecco cosa farne:


Usi dell'acqua di cottura della pasta



  • Iniziamo dal pediluvio: sono in molti ad utilizzare l'acqua della pasta per i piedi, ma sapete perché? In quanto ricca di amidi e di sali minerali. Profumatela con dell'olio essenziale - meglio se di lavanda o di camomilla - per beneficiare al meglio del suo effetto rilassante.

  • Annaffiare le piante (a patto che non sia salata). Con l'acqua derivante dalla cottura della pasta si possono anche annaffiare le nostre tanto amate piante. In tal caso, però, dovrà essere completamente fredda, assicuratevi che abbia raggiunto una tenperatura ottimale prima di utilizzarla.

  • Ammollo dei legumi. Si può, inoltre, utilizzare (sempre da fredda) per mettere a bagno ceci, fagioli & Co. per il consueto ammollo necessario prima della loro cottura.

  • Rendere cremosi i condimenti. Lasciando da parte un mestolo di acqua ed unendolo, poi, alla pasta scolata al dente nella padella con il condimento di turno, non solo ne completerete la cottura, ma renderete il piatto cremoso senza il ricorso a panna, burro o altri grassi.

  • Cuocere a vapore. Si può usare anche per cuocere a vapore semplicemente ponendo sopra la pentola che la contiene un cestello.

  • Cuocere le verdure e gli ortaggi. Basta portarla ad ebollizione ed unire biete, coste, spinaci o altre verdure.

  • Allungare salse e brodi: se troppo densi o ristretti, vi basterà aggiungerne qualche cucchiaio.

  • Brodo. Si può usare come base del brodo di carne, di pesce o vegetale.

  • Fare la pasta di sale. Si tratta di uno degli usi non alimentari che si può fare di tale acqua. Sbizzarritevi.



Photo | Pixabay

  • shares
  • Mail