Benessereblog Salute Corpo Allergia da telefonino: colpa del nickel

Allergia da telefonino: colpa del nickel

A prima vista, il titolo fa pensare ad insofferenza di tipo psicologico nei confronti dell’oggetto elettronico più presente nelle nostre vite. Si tratta invece di una patologia che assume forma fisica, e più precisamente di dermatite intorno al lobo dell’orecchio. Il colpevole è, appunto, il telefonino. O meglio il nickel spesso presente nei cellulari più […]

Allergia da telefonino: colpa del nickel


A prima vista, il titolo fa pensare ad insofferenza di tipo psicologico nei confronti dell’oggetto elettronico più presente nelle nostre vite. Si tratta invece di una patologia che assume forma fisica, e più precisamente di dermatite intorno al lobo dell’orecchio. Il colpevole è, appunto, il telefonino. O meglio il nickel spesso presente nei cellulari più evoluti, che provocano la reazione allergica della pelle se l’uso del telefonino è prolungato.

L’allarme è stato lanciato dalla British Association of Dermatologists, che ha denunciato un preoccupante aumento delle dermatiti nell’area della testa interessata dall’uso del cellulare. L’allergia si manifesta maggiormente nei soggetti già allergici al nickel, ma con l’uso prolungato può verificarsi anche in chi non aveva mai riscontrato simili dermatiti prima d’ora. Il suggerimento: usare meno il cellulare e servirsi quanto più possibile degli auricolari.

Foto | Flickr

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Ho ancora il ciclo dopo 10 giorni, cosa devo fare?
Corpo

Molte donne hanno a che fare con un ciclo mestruale irregolare ma, nel caso in cui si prolunghi per oltre 10 giorni, è consigliabile consultare un ginecologo. Questa condizione, chiamata menorragia, può essere causata da squilibri ormonali, fibromi uterini, problemi di coagulazione. Un medico può eseguire esami diagnostici per identificare la causa sottostante e suggerire il trattamento appropriato, che potrebbe includere terapie farmacologiche a seconda della causa.