Energy drink e caffeina, a rischio il cervello degli adolescenti

Troppa caffeina rallenta lo sviluppo del cervello negli adolescenti? E’ questa la domanda che si sono posti alcuni ricercatori, ed ecco cosa hanno scoperto.

energy drink

Che la caffeina, se assunta in quantità eccessive, non facesse esattamente bene alla nostra salute era già un fatto noto, ma sapevate che se assunta durante il periodo dell'adolescenza, questa potrebbe addirittura rallentare il processo di sviluppo del cervello? A renderlo noto sarebbero stati i membri dell'Ospedale pediatrico di Zurigo, guidati dal professor Reto Huber, secondo cui la caffeina assunta dai giovani “di oggi” sarebbe effettivamente troppa.

Il problema sta nel fatto che fra le fonti di caffeina non si conta solamente “il classico caffè”, ma anche altre bevande, come ad esempio gli ormai diffusissimi Energy drink (spesso combinati con bevande alcoliche) e l’altrettanto diffusa coca cola. Ebbene, stando a quanto emerso dagli esperimenti condotti in laboratorio su dei ratti, pare che se assunta in quantità eccessive, la caffeina potrebbe effettivamente compromettere il normale sviluppo del cervello. Ciò avverrebbe perché, come saprete, la caffeina provoca un’ovvia riduzione del sonno, che risulterà peraltro anche nettamente “meno profondo”.

Dal momento che proprio durante il sonno il cervello degli adolescenti si sviluppa, appare ovvio che consumare troppa caffeina potrebbe rallentarne il normale processo di maturazione. Come se non bastasse, gli esperti, il cui studio sarebbe stato sovvenzionato dal Fondo nazionale svizzero, fanno sapere che i topi nei quali è stata somministrata una quantità di caffeina corrispondente a 4 tazzine al giorno sarebbero risultati anche più timidi rispetto a quelli che non ne avevano assunta.

Dal canto loro gli esperti non possono che mostrare preoccupazione, dal momento che quello della pubertà è senza dubbio un momento critico per lo sviluppo del cervello, un momento in cui eventuali problemi o rallentamenti potrebbero portare a disturbi quali schizofrenia, ansia, al consumo di droghe ed a disturbi della personalità.

“Anche se il cervello di un ratto differisce nettamente da quello degli esseri umani, - fanno sapere i ricercatori - i molti paralleli nel modo in cui il cervello si sviluppa ci portano a sollevare la questione se per i bambini e per i giovani adulti l’assunzione di caffeina sia davvero innocua oppure se non sia più saggio astenersi dal consumarle”.

via | DailyMail
Foto | da Pinterest di Men's Fitness

  • shares
  • Mail