Alcune insalate più caloriche di un hamburger

big macSiamo portati a pensare che le insalate siano sempre più salutari e soprattutto meno caloriche rispetto a piatti almeno in apparenza più pesanti e carichi di condimenti, ma qualche volta ci sbagliamo e di grosso, perché può capitare che alcune insalate abbiano addirittura più calorie di un hamburger da fast food. Fosse solo il conteggio calorico complessivo, poi, non sarebbe neanche un gran danno. Capita invece che le calorie non siano neanche della miglior qualità, perché provenienti da ingredienti niente affatto salutari. E i benefici dell’insalata se ne vanno in fumo.

Basti pensare alle insalate condite con ogni sorta di salsa che sarà anche gustosa ma manda alle stelle i valori nutrizionali sbilanciati a favore dei grassi. Ecco qualche consiglio per scegliere al meglio le insalate senza farsi fregare.

Per cominciare la base dell’insalata dev’essere composta da vegetali verdi a foglia scura, ricchi di vitamine e antiossidanti. Se l’insalata sarà a base di sole verdure il conteggio calorico sarà innegabilmente abbattuto, ma potete aggiungere altri ingredienti. Da scegliere però con cura. La frutta secca per esempio è meglio di bacon, formaggi e fagioli, ma la frutta fresca è ancora meglio di quella secca.

La scelta del condimento è cruciale: meglio aceto e limone con qualche spezia che le salse cremose a base di preparazioni ricche di grassi come maionese. Se proprio preferite le salsa ricca sceglietene una a base di yogurt. Anziché versare la salsa nell’insalata, predisponete una ciotolina a parte con il condimento in modo da regolarvi con le quantità intingendo l'insalata nella salsa di volta in volta.

Via | ThatsFit

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail