Coronavirus: perché bisogna fare attenzione alle lenti a contatto

In questo periodo di emergenza, è importante prestare attenzione al modo in cui si indossano le lenti a contatto. Ecco cosa spiega l’esperto.

lenti a contatto

Durante l’emergenza coronavirus, è di cruciale importanza prestare attenzione anche al modo in cui si indossano le lenti a contatto, ed è anzi preferibile evitare di indossarle, optando piuttosto per degli occhiali da vista. A suggerirlo è stato Leonardo Mastropasqua, direttore del Centro di eccellenza di Oftmalmologia dell’Università d’Annunzio e della Asl della provincia di Chieti, secondo cui, dal momento che gli occhi, come bocca e naso, sono espostit al possibile contagio da coronavirus, bisogna fare molta attenzione all’utilizzo delle lenti a contatto.

Mastropasqua ricorda inoltre che la congiuntivite rappresenta uno dei sintomi del virus.

È importante essere attenti a manifestazioni come l’occhio arrossato, la lacrimazione eccessiva, secrezioni, bruciore. Quindi il consiglio è non usare lenti a contatto perché le mani possono essere il veicolo del virus e, se proprio non si tollerano gli occhiali, scegliere lenti a contatto usa e getta, giornaliere, avendo cura prima di compiere l’operazione, di lavare bene le mani.

Dal momento che in questa fase di emergenza sanitaria non è possibile visitare i pazienti, se non per casi di effettiva urgenza, il Centro di Oftalmologia ha attivato una linea telefonica, in modo da garantire loro una corretta assistenza, per valutare il decorso clinico di alcuni pazienti che in precedenza si erano sottoposti a interventi e identificare i casi che richiedono una visita medica urgente.

Per chi fosse interessato, il numero da chiamare è il 350.0088636 (dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 18.00, e il sabato dalle 9.00 alle 12.00). Potrete inoltre inviare una email all’indirizzo clinicaoftalmogica@unich.it.

via | Ansa
Foto di Gedesby1989 da Pixabay

  • shares
  • Mail