J.K. Rowling dona 17 milioni di euro alla ricerca neurologica

Dopo la perdita della mamma per la sclerosi multipla, la scrittrice J.K. Rowling ha creato un centro lo studio della malattie neurologiche.

La scrittrice J.K. Rowling, autrice della fortunata saga di Harry Potter, è una donna molto generesa ed è molto sensibile sul tema della sclerosi multipla, che si portata via la sua mamma a soli 45 anni. Per questo motivo ha donato oltre 15 milioni di sterline, 17 milioni di euro, per creare nuove strutture e finanziare ulteriori ricerche a favore delle malattie neurologiche.

Non è la prima volta che la Rowling fa un gesto di questo genere: già nel 2010 aveva donato quasi 11 milioni di euro per contribuire alla nascita della clinica Anne Rowling dell’Università di Edimburgo. Questa seconda donazione serve per sostenere la struttura, cercando di migliorare le condizioni di vita di persone affette da sclerosi e patologie simili.

La clinica è tra le migliori al mondo e studia le condizioni neurologiche in diverse patologie tra cui la sclerosi multipla, la malattia dei motoneuroni (MND), il morbo di Parkinson e la demenza e mira a supportare chi soffre di malattie degenerative che colpiscono il cervello. La scrittrice ha dichiarato:

«Quando la clinica Anne Rowling fu inaugurata, nessuno poteva immaginare gli incredibili progressi ottenuti nel campo della ricerca e della neurologia rigenerativa. Ora sono felice di poter supportare la ricerca verso nuove scoperte e nuove conquiste, per migliorare la vita di chi viene colpito da malattie neurodegenerative».

  • shares
  • Mail