Benessereblog Salute Malattie Mal d’orecchie: sintomi e cure per bimbi e adulti

Mal d’orecchie: sintomi e cure per bimbi e adulti

Mal d’orecchie: sintomi e cure per bimbi e adulti

Fonte immagine: Pixabay

Il mal d’orecchie è una condizione che può comparire nei bambini e negli adulti in qualsiasi parte dell’orecchio (interno, medio o esterno che sia) e le cui cause e cure possono essere molteplici. La sua intensità può variare da lieve a grave, a seconda della causa scatenante. Fortunatamente, esistono dei rimedi (anche naturali) per il mal d’orecchie capaci di alleviare molti dei fastidi.

Comprendere la causa del mal d’orecchie è fondamentale. In questo modo il medico può indicare la soluzione migliore per tentare di alleviare il dolore e ridurre l’infiammazione.

Come curare il mal d’orecchie? E cosa prendere? Ecco tutto quello che c’è da sapere a riguardo con consigli adatti ad ogni età.

Cos’è il mal d’orecchie

Il mal d’orecchie è un dolore che si manifesta in tale parte del corpo e che può colpire i bambini così come gli adulti. Può interessare solo l’orecchio sinistro, solo l’orecchio destro o entrambe. Può essere acuto, sordo, intermittente o sporadico.

Colpisce molto più frequentemente i bimbi. Solitamente non è preoccupante, in quanto spesso non è segno di qualcosa di serio. Ma è opportuno comunque indagare la causa dello stesso, per trovare una cura quanto più possibile efficace ed intervenire tempestivamente.

Come è composto l’orecchio

Prima di passare ai sintomi, è opportuno capire come l’orecchio è composto. Esso consta di tre distinte parti: ognuna di queste può essere interessata dal dolore.

  • L’orecchio esterno è composto dalla parte visibile, dal condotto uditivo e dal timpano, che si trova alla fine del condotto e che separa l’orecchio esterno da quello medio.
  • L’orecchio medio è un compartimento pieno d’aria. Al suo interno ci sono tre delle ossa più piccole del corpo, martello, incudine e staffa. La staffa è la parte che lo collega all’orecchio interno.
  • L’orecchio interno è formato dalla coclea e dal sistema vestibolare, che aiuta il corpo a mantenere l’equilibrio.
Mal d'orecchie: sintomi e cure per bimbi e adulti
Fonte: Unplash

Sintomi del mal d’orecchie

Il dolore all’orecchio può manifestarsi in modo intenso e lancinante all’improvviso o iniziare come un leggero fastidio che può scomparire per la causa che lo ha originato o diventare sempre più intenso. I sintomi del mal d’orecchi negli adulti includono:

  • Dolore alle orecchie
  • Udito alterato
  • Drenaggio di liquidi dall’orecchio
  • Sensazione di pressione o di pienezza all’interno dell’orecchio
  • Prurito e irritazione dentro e intorno all’orecchio
  • Pelle squamosa dentro e intorno all’orecchio

Non è raro soffrire della combinazione di mal d’orecchie e mal di testa, ma anche di quella mal d’orecchie e mal di gola.

Sintomi nei bambini

Il mal d’orecchi nei bambini è molto più comune che negli adulti. Azzardiamo che sia davvero difficile evitare che un bambino soffra, in un momento della sua crescita, di infezioni alle orecchie.

Tra le motivazioni si annovera il fatto che nei piccoli le trombe di Eustachio sono più corte e dritte. Da ciò consegue che l’infiammazione o l’infezione del tratto respiratorio superiore colpisca più facilmente l’orecchio. Una volta che i tubi si riempiono di muco o che si infiammano, i fluidi infiammatori rimangono all’interno dando vita a infezioni (a causa anche del loro sistema immunitario meno efficiente).

I bambini possono mostrare sintomi aggiuntivi, come:

  • Perdita di appetito
  • Perdita di equilibrio
  • Udito attutito
  • Febbre
  • Senso di pienezza nell’orecchio
  • Irritabilità
  • Difficoltà a dormire
  • Toccare continuamente le orecchie
  • Pianto continuo
  • Mal di testa

Passiamo ora alle possibili cause negli adulti e nei bambini e cosa fare in caso di mal d’orecchie.

Mal d'orecchie: sintomi e cure per bimbi e adulti
Fonte: Unplash

Mal d’orecchie, cause

Il dolore all’orecchio può essere causato da condizioni e malattie non direttamente correlate all’organo, pertanto esistono diverse potenziali cause del mal d’orecchie. La prima e più comune, tuttavia, è sicuramente l’otite. Questa è un’infiammazione che può manifestarsi sia nell’orecchio medio che in quello esterno. Può avere origine in un comune raffreddore che, sviluppatosi, va ad infettare le orecchie.

Bambini

Il mal d’orecchie nei bambini solitamente può essere dovuto a un’infezione. In altri casi si può trattare di un’irritazione del condotto uditivo esterno. Magari dovuta all’uso di cotton fiocc (scopri come pulire le orecchie in modo corretto anche ai bambini) o di un prodotto per la pulizia della persona, come sapone o shampoo, rimasto all’interno. Ancora, può avere a che fare con la dentizione.

Adulti

Negli adulti, è meno frequentemente causato da un’infezione. Molto più spesso si deve all’articolazione della mascella, ai denti o alla gola. Possibili cause sono quindi:

  • Sinusite
  • Mal di gola e tonsillite
  • Artrite mascellare
  • Infezione acuta o cronica dell’orecchio
  • Accumulo di cerume
  • Infezione dei denti
  • Corpi stranieri
  • Traumi o lesioni
  • Voli in aereo o nuoto
  • Herpes zoster
  • Covid

Diagnosi

La corretta diagnosi del dolore all’orecchio è essenziale per poter curare in tempo la malattia sottostante. Tale diagnosi viene effettuata, in genere, dall’otorino, il quale si occupa di un’anamnesi completa. Attraverso un’otoscopia esamina il padiglione auricolare, il canale uditivo esterno e il timpano. Ulteriori test diagnostici possono includere test dell’udito, test di funzionalità della tromba di Eustachio, radiografia dell’articolazione temporo-mandibolare, nasofaringoscopia ed ematologia completa.

Nel caso dei bambini il medico si preoccuperà di accertare eventuali raffreddori o mal di gola, difficoltà a dormire o del fatto che si mettano, o meno, le mani sulle orecchie. In caso di sospetto di infezione, il medico utilizzerà l’otoscopio per visualizzare il timpano. Nel caso in cui si presenti rosso o infiammato, potrebbe voler dire che l’orecchio è infetto.

Mal d’orecchie rimedi naturali

A seconda della causa scatenante il dolore, si possono mettere in pratica dei rimedi naturali in grado di migliorare il mal d’orecchi. Ad esempio:

  • Posizionare dei panni bagnati o fare un impacco freddo da lasciare sull’orecchio esterno per 20 minuti per ridurre il dolore. Si tratta di uno dei rimedi della nonna più comuni.
  • Masticare (anche un chewing gum) per alleviare il dolore e la pressione causata dall’infezione.
  • Evitare di bagnare l’orecchio dolorante
  • Riposarsi da seduti e non da sdraiati per ridurre la pressione nell’orecchio medio.

Se il dolore è causato dal cambiamento di altitudini:

  • Masticare una gomma (il mal di orecchie e l’aereo vanno di pari passo, fatelo durante il decollo e l’atterraggio)
  • Tra i rimedi per il mal di orecchie nei bambini rientra quello di dare loro il biberon o allattarli al seno.

Se la causa è un’allergia, prevenirne i sintomi usando uno spray nasale per ridurre le infezioni alle orecchie.

Mal d'orecchie: sintomi e cure per bimbi e adulti
Fonte: Unplash

Mal d’orecchie, cura

Cosa prendere per il mal d’orecchie? Oltre tali rimedi, si può ricorrere alle cure mediche che solo un professionista può prescrivere, e che dipendono dalla causa diagnosticata. Nel caso di infezione, si tratta di antibiotici per via orale o gocce per mal d’orecchie. Da assumere fino a quando prescritto dal medico (non si dovrebbe interrompere la cura di propria iniziativa nel momento in cui i sintomi dovessero migliorare).

Se la causa è un’infiammazione dell’orecchio medio, spesso vengono prescritti analgesici e antinfiammatori (tachipirina) compresi gli antibiotici, quando è presente l’infezione. Se è dovuto a un’infiammazione del condotto uditivo, le gocce antinfiammatorie insieme agli antibiotici sono tra le cure più efficaci. Il medico potrebbe anche dover aprire il timpano per rimuovere i liquidi, come il pus accumulato. Se la causa è, infine, un accumulo di cerume, il medico potrebbe prescrivere delle gocce per ammorbidirlo. Oppure può rimuovere il tappo con un lavaggio dell’orecchio o con una apposita ventosa.

Scopri anche cosa fare in caso di orecchie tappate e fischio alle orecchie.

Mal d’orecchie in gravidanza

Il modo migliore per trattare il mal di orecchie durante la gravidanza è quello di adottare tutte le misure necessarie per prevenirlo. L’umidità nell’orecchio è ciò che crea l’ambiente in cui i batteri possono crescere e sopravvivere. Per questo motivo, tenete le orecchie sempre pulite ed asciutte. E’ possibile realizzare delle gocce per le orecchie adatte per l’uso durante la gravidanza – al solo scopo di mantenerle asciutte e di rendere difficile l’insorgenza di una infezione – mescolando in parti uguali alcol denaturato e aceto.

Nei casi più gravi, chi è in dolce attesa dovrebbe evitare l’aspirina e l’ibuprofene per il dolore usando al loro posto il paracetamolo, ma solo se necessario e dietro consulto con il proprio medico.

Seguici anche sui canali social