Benessereblog Salute Malattie Tosse allergica: cause, sintomi e rimedi

Tosse allergica: cause, sintomi e rimedi

Tosse allergica: cause, sintomi e rimedi

Fonte immagine: Pixabay

Quando ci capita di tossire per qualche giorno, non possiamo fare a meno di pensare di aver beccato un raffreddore, un’influenza o, ancor peggio, il Covid. In realtà la tosse può avere diverse origini e non sempre a provocare questo sintomo è un virus o un malanno di stagione. In alcuni casi, potrebbe trattarsi infatti di tosse allergica, un tipo di tosse che, diversamente da quella causata da virus o raffreddori, non tende a sparire nell’arco di pochi giorni, ma dura per periodi di tempo maggiori, provocando non pochi fastidi.

Una tosse secca e cronica, che persiste anche per tre o più settimane, può indicare dunque la presenza di allergia o asma. In tal caso, potresti notare che il sintomo si manifesta cronicamente, o magari in seguito all’esposizione a determinati allergeni che andremo a vedere fra poco.

Cos’è la tosse allergica?

La tosse allergica è un disturbo diverso rispetto alla classica tosse provocata dal raffreddore. Nonostante ciò, i sintomi di queste due condizioni sono molto simili fra loro, per cui chi soffre di tosse allergica potrebbe assumere dei farmaci per il raffreddore, pensando erroneamente che si tratti di un problema legato al raffreddore o all’influenza stagionale.

È per questo motivo che, in presenza di una tosse persistente, che non va via dopo alcune settimane, è importantissimo consultare il proprio medico, in modo da non finire per assumere farmaci inadeguati e inadatti per trattare efficacemente il problema. E per capire come agire, individuando le cause esatte del disturbo di cui si soffre.

In caso di tosse allergica, infatti, bisogna intervenire con trattamenti che sono radicalmente diversi da quelli utilizzati per altre tipologie di tosse. Perché le cause sono differenti e tutto parte dall’allergia a una sostanza che provoca questo e altri sintomi tipici.

Tosse allergica: sintomi

Ma come riconoscere la tosse allergica? E come distinguerla da un comune raffreddore? Abbiamo visto che i sintomi delle due condizioni sono molto simili fra loro.

Essenzialmente, i sintomi principali della tosse allergica consistono nei seguenti disturbi:

  • Naso che cola
  • Starnuti
  • Gonfiore dei seni nasali
  • Tosse secca ma può essere anche grassa e con catarro
  • Naso chiuso
  • Occhi che lacrimano
  • Prurito al naso
  • Dolore e irritazione alla gola

E quindi, di fronte a sintomi di questo tipo (che effettivamente ricordano molto quelli di un raffreddore), come fare a capire se è tosse allergica oppure no?

A un occhio ben “allenato” non sfuggiranno alcune sottili differenze, che permetteranno di distinguere un raffreddore dalla tosse allergica. In quest’ultimo caso, infatti, la tosse può durare anche per diversi mesi, se il soggetto è cronicamente esposto agli allergeni.

La tosse allergica può inoltre verificarsi in ogni periodo dell’anno (anche durante l’estate), mentre in genere il raffreddore si verifica perlopiù durante l’inverno o l’autunno, e cioè quando fa più freddo (a meno di non soffrire di raffreddore estivo). Il raffreddore è, inoltre, generalmente accompagnato da febbre, brividi e dolori muscolari.

Infine, una tosse allergica non risponderà in modo positivo ai trattamenti contro il raffreddore, quindi se stai assumendo questi tipi di farmaci e non riscontri alcun risultato, molto probabilmente stai trattando il problema nel modo sbagliato.

Tosse da allergia: quali sono le cause?

Tosse allergica polvere
Fonte: Pixabay

I sintomi della tosse allergica si manifestano, insieme agli altri sintomi dell’allergia, quando il sistema immunitario risponde in maniera sproporzionata all’esposizione a determinate sostanze (allergeni) in realtà innocue, scambiandole per sostanze dannose che devono essere combattute.

Generalmente, chi soffre di tosse allergica ha uno o più familiari affetti dallo stesso disturbo. L’American College of Allergy, Asthma, & Immunology (ACAAI) fa inoltre sapere che alcuni fattori possono aumentare il rischio di soffrire di questo disturbo. In particolar modo, corre più rischi chi è sensibile a:

  • Polvere
  • Peli di animali
  • Pollini stagionali
  • Spore di muffa

Quando contattare un medico?

Di fronte a una tosse che non va via e che persiste per molte settimane, senza accennare mai a diminuire, è indubbiamente buona norma consultare un medico, in modo da scoprire quale possa essere la causa del problema. In generale, contatta il medico se manifesti i seguenti sintomi:

  • Tosse che non migliora neanche dopo l’assunzione di farmaci
  • Sensazione di dolore e di costrizione al petto
  • Malessere generale
  • Involontaria perdita di peso
  • Difficoltà nella respirazione
  • Difficoltà a deglutire
  • Presenza di sangue quando si tossisce
  • Febbre che non passa

Diagnosi

Se ti capita spesso di tossire senza alcuna causa apparente o se soffri di tosse cronica da diverse settimane, è importante non sottovalutare il problema.

Il medico (nello specifico l’allergologo) ti consiglierà di sottoporti a degli appositi test allergici per individuare i possibili fattori scatenanti e, di conseguenza, i più efficaci rimedi per alleviare il fastidio.

Come calmare la tosse allergica?

Fonte: Pixabay

La prima cosa da fare, se si soffre di tosse causata da allergia, è senz’altro quella di evitare i possibili allergeni e le sostanze irritanti che scatenano questo fastidioso sintomo. Ricordiamo che fra gli allergeni più comuni vi sono i peli di animali, la polvere, i pollini e le muffe.

Fra i rimedi per alleviare la tosse allergica rientrano gli antistaminici, che inibiscono il rilascio di istamine, evitando così la reazione e i sintomi che ben conosciamo. Per migliorare i sintomi è possibile fare ricorso a spray nasali, broncodilatatori e farmaci decongestionanti, che ti aiuteranno a liberare le vie aeree e a ridurre la tosse.

Questi e altri farmaci dovrebbero essere prescritti specificatamente dal medico, quindi sarà importante evitare il fai da te, che in alcuni casi potrebbe rivelarsi persino controproducente. Rivolgiti sempre prima al medico di base che saprà indirizzarti verso il professionista migliore per poter affrontare ogni disturbo, anche suggerendoti esami diagnostici utili a comprendere le cause dei tuoi problemi di salute.

Tosse allergica: consigli e rimedi della nonna

Ma è possibile tenere a bada i sintomi della tosse da allergia grazie ad alcuni specifici comportamenti e rimedi naturali?

Se il disturbo è lieve, puoi chiedere al medico se un rimedio naturale può aiutare. In generale, l’allergologo ti consiglierà dei rimedi e consigli utili, approvati anche dalle nonne. Vediamo di quali si tratta e come agiscono per far stare meglio chi soffre di questo problema, che tra l’altro è molto comune tra chi soffre di allergia.

  • Evitare il più possibile di esporsi all’allergene che causa la tosse allergica
  • Liberare le vie aeree, magari inalando i vapori sotto la doccia
  • Mantenere pulita l’aria ed eliminare l’eventuale presenza di allergeni negli ambienti domestici con l’aiuto di un apposito purificatore d’aria
  • Bere molti liquidi: può essere utile bere molti liquidi durante il giorno. Non solo acqua, ma anche tisane calde (non bollenti) dolcificate con un cucchiaino di miele, o anche altre bevande non gassate, come tè alla menta e succo di ananas fresco. Bere abbastanza aiuta infatti a fluidificare il muco, e di conseguenza ti permetterà di ridurre la congestione e la fastidiosa tosse.

Se i sintomi non dovessero sparire nell’arco di pochi giorni, sarà necessario contattare nuovamente il medico per un ulteriore consulto. E per comprendere perché, nonostante i rimedi più utili e i trattamenti efficaci, la tosse è ancora un tormento che non ci lascia in pace.

Scopri i metodi infallibili per capire se è raffreddore o allergia e agire di conseguenza (fermo restando che è sempre il medico curante che deve indicarti la via da seguire per risolvere ogni problema di salute).

Seguici anche sui canali social

Altri articoli su Allergia