Benessereblog Salute Caso Avastin-Lucentis, la Guardia di Finanza perquisisce la sede dell’Aifa

Caso Avastin-Lucentis, la Guardia di Finanza perquisisce la sede dell’Aifa

Caso Avastin-Lucentis, la Guardia di Finanza perquisisce la sede dell’Aifa

La Guardia di Finanza entra negli uffici della sede dell’Aifa, l’Agenzia Italiana per il Farmaco, per trovare documenti sul cartello formato da Roche e Novartis in merito alla commercializzazione dei farmaci Lucentis e Avastin, per i quali le cause farmaceutiche sono già state pesantemente multate.

A Roma nella sede di via del Tritone dell’Aifa i militari del nucleo speciale Tutela Mercati e del nucleo Frodi Tecnologiche della Guardia di Finanza, su disposizione del procuratore aggiunto Nello Rossi e del pm Stefano Pesci, hanno condotto delle perquisizioni al fine di trovare i documenti che provano l’accordo tra Novartis e Roche, per favorire l’uso del farmaco Lucentis, più costoso, rispetto all’equivalente Avastin, meno caro, per curare la degenerazione maculare.

La Guardia di Finanza ha acquisito documenti e delibere che riguardano questo caso che sta tenendo banco ormai da qualche tempo: proprio qualche tempo fa l’Aifa aveva respinto ogni accusa di corruzione, mossa contro l’Agenzia Italiana per il Farmaco.

Secondo gli inquirenti che hanno disposto le perquisizioni, invece, visto che i prezzi vengono stabiliti con una contrattazione che viene effettuata tra le case farmaceutiche e l’Aifa, quest’ultima avrebbe avuto un ruolo nella vicenda e si cercano delle prove e dei documenti in merito alla questione. Documenti che sarebbero importanti per poter ricostruire tutto il caso.

Foto | da Pinterest di surgicalcaps

Via | Repubblica

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social