Benessereblog Salute I sintomi della gravidanza comuni e quelli che non ti aspetti

I sintomi della gravidanza comuni e quelli che non ti aspetti

I sintomi della gravidanza comuni e quelli che non ti aspetti

I più comuni sintomi della gravidanza li conosciamo un po’ tutti, ma forse non tutti sappiamo come esistano segnali un po’ più insoliti, alle volte anche strani, che possono preannunciare l’inizio di una gravidanza. E no, non stiamo parlando (o almeno non solo) delle nausea, della stanchezza o del mal di testa che attanagliano le future mamme nelle prime settimane di dolce attesa. Se vuoi farti un’idea a riguardo, non ti resta che continuare a leggere: i sintomi di gravidanza non avranno più segreti per te.

Sintomi della gravidanza, tutto quello che c’è da sapere

Se stai cercando un bambino, probabilmente starai attenta ai più piccoli indizi che il tuo corpo ti manda, ai primissimi sintomi di gravidanza, insomma. Naturalmente, la prova di essere rimasta incinta può darla solo il relativo test (scopri tutto sul test di gravidanza e su come fare il calcolo delle settimane di gravidanza). Tuttavia, potresti incappare in uno dei classici sintomi prima ancora che si verifichi quel “ritardo” che tanto attendi.

I sintomi della gravidanza comuni e quelli che non ti aspetti
Fonte: fezailc

I sintomi comuni della gravidanza

I sintomi della gravidanza variano da donna a donna. Mentre alcune, ad esempio, per l’intera durata della stessa non sperimentano neanche una volta le nausee mattutine, altre ne sono accompagnate per mesi. Lo stesso vale per gli altri sintomi comuni, con particolare riferimento al primo trimestre. I primi segni e sintomi di gravidanza più comuni includono:

  • Ciclo mancato. Se sei in età fertile ed è trascorsa una settimana o più dalla data presunta del ciclo, potresti essere incinta. Ma niente allarmismi, questo sintomo può essere fuorviante se hai un ciclo mestruale irregolare.
  • Seno indolenzito e gonfio. All’inizio della gravidanza i cambiamenti ormonali possono rendere il seno sensibile e dolorante. In questo delicato periodo, il seno diventa più pieno, gonfio e dolente. Durante la gravidanza, poi, la pelle intorno al capezzolo diventa più scura e le vene più evidenti.
  • Nausea con o senza vomito. E’ un classico: la nausea in gravidanza rientra tra i primi sintomi. Di scene di donne che, appena prima di scoprire di essere incinte, vomitano o sono soggette a nausee più o meno violente ne abbiamo viste a decine. La “nausea mattutina” è una condizione che colpisce più della metà delle donne in attesa. I sintomi includono vomito e perdita di appetito. Nonostante il suo nome, la maggior parte delle donne non manifesta i sintomi solo al mattino, ma li sperimenta per tutta la giornata, con la conseguenza che queste donne devono seguire una dieta in gravidanza per cercare di non perdere troppo peso e rimanere sempre idratate.
  • Aumento della minzione. Urinare più spesso del solito è un altro dei sintomi della gravidanza, e non si tratta di uno degli  ultimi così come siamo abituati a credere per via della pressione esercitata dal pancione sulla vescica. Questo è dovuta all’aumento della quantità di sangue nel corpo che causa l’elaborazione da parte dei reni di liquidi in eccesso che finiscono, per l’appunto, dritti dritti nella vescica.
  • Stanchezza. L’affaticamento, chi ha avuto una gravidanza lo ha sperimentato, è tra i primi sintomi della gravidanza. Ciò è causato dal massiccio aumento del progesterone. Il progesterone è necessario per il decorso di una serena gravidanza e per la crescita del bambino.

Tra i sintomi di inizio gravidanza possiamo citare anche crampi, acne, voglie di cibo, gonfiore, vertigini, mal di schiena o costipazione. Ed ancora, emorroidi, pelle pruriginosa, crampi alle gambe, vene varicose.

Fonte: RobinHiggins

Sintomi di gravidanza non esclusivi

Tra i sintomi delle prime settimane che, probabilmente, colleghiamo meno allo stato interessante ma che a questo possono essere riconducibili, ci sono:

  • Mal di schiena. Colpisce più di una donna su tre. Solitamente si deve all’allentamento dei legamenti e al cambiamento di postura dovuto alla crescente gravidanza. Per alleviarlo si può ricorrere all’esercizio in acqua unitamente a fisioterapia e agopuntura.
    Malumore. E’ dovuto al flusso di ormoni che circolano nel corpo all’inizio della gravidanza. Questi possono incidere sul tuo umore rendendoti insofferente o particolarmente sensibile. Così come gli sbalzi d’umore.
  • Bruciore di stomaco e indigestione. L’indigestione è più comune durante la gravidanza a causa della pressione dell’utero che si allarga sugli organi dell’addome e dell’azione dell’ormone progesterone che rilassa il muscolo tra l’esofago e lo stomaco. Per contrastare tale fastidio, si consiglia in genere di fare pasti piccoli e frequenti, evitare di mangiare poco prima di andare a letto, evitare pantaloni che premano sullo stomaco, dormire con cuscini in posizione semi sollevata.
  • Gonfiore. Gli ormoni sono responsabili anche di alcuni cambiamenti che puoi notare nel tuo corpo. Puoi sentirti gonfia, esattamente come accade appena prima dell’arrivo del ciclo.
  • Macchie. Si tratta di macchie poco abbondanti che puoi constatare a pochi giorni da quello che dovrebbe essere l’inizio del ciclo. Si chiamano macchie da impianto e si verificano quando l’ovulo fecondato si attacca al rivestimento dell’utero. Ma non in tutte le donne si verificano.
  • Crampi. Rientrano tra i sintomi di gravidanza dei primi giorni. Si tratta di lievi crampi uterini.
  • Stipsi. Tra gli effetti dei cambiamenti ormonali può esserci il rallentamento del sistema digestivo, il che può portare alla tanto fastidiosa stitichezza in gravidanza che molte mamme lamentano anche nei mesi successivi. La stipsi può anche essere causata dalla pressione dell’utero in crescita sul retto.
  • Avversione al cibo. Probabilmente non è tra i sintomi del primo mese, ma può capitare che, di punto in bianco, provi un’avversione non solo nei confronti dei tuoi cibi preferiti, ma anche solo degli odori e dei profumi. Quando si rimane incinte il senso del gusto può alterarsi.

Come avrai notato, parecchi di questi insoliti primi sintomi di gravidanza non sono esclusivi dello stato interessante.  Tuttavia, se il ciclo salta e noti alcuni dei segni appena descritti, fai un test di gravidanza o consulta il tuo medico. Se il test è positivo, fissa un appuntamento con il tuo ginecologo.

Toxoplasmosi in gravidanza, come prevenire la malattia.

Mal di testa

Un cenno a parte merita il mal di testa. Rientra tra i sintomi più comuni unitamente a vertigini e stordimento. Ciò si verifica sia per via dei cambiamenti ormonali che per l’aumento del volume del sangue. Se il mal di testa durante la gravidanza non viene alleviato da alcun possibile farmaco concesso, è bene contattare il medico. Un mal di testa persistente può essere associato alla pre-eclampsia, una condizione che può colpire la futura mamma ed avere ripercussioni sulla salute del feto. Questa è caratterizzata da un innalzamento eccessivo della pressione sanguigna spesso accompagnato da una quantità significativa di proteine ​​nelle urine.

Dolori alle ovaie

Il dolore alle ovaie si manifesta come dolore su un lato della zona addominale o pelvica inferiore. A volte può essere accompagnato da dolore alla schiena o alla coscia. Il dolore alle ovaie è solitamente segno che si sta verificando l’impianto. Oppure si suole ritenere come una risposta del corpo al cambiamento degli ormoni. Ma può anche rientrare tra i sintomi di una gravidanza extrauterina

Conclusioni

Sono tante le cose che le donne che vogliono avere un figlio devono sapere prima di provare il concepimento (come ad esempio che è necessaria sempre un’integrazione di acido folico in gravidanza, scopri da quando e perché). E i sintomi di una gestazione in corso sono tra questi.

Se è vero che ci sono segni comunemente riconosciuti come sintomi di una gravidanza, l’esperienza della gravidanza stessa è altamente individuale. Per questo, è bene ricordare come la gravità o la frequenza dei sintomi non sia un chiaro indicatore di come stia procedendo la dolce attesa. Ad esempio, se può essere naturale sperimentare una serie di malesseri che vanno e vengono, è altrettanto naturale non testarne alcuno.

Una gravidanza senza sintomi non è impossibile, insomma. In caso di dubbio, tuttavia, è sempre bene rivolgersi al proprio medico di fiducia il quale è l’unico a poter verificare l’andamento della gravidanza e a tranquillizzarti o intervenire tempestivamente in caso di complicazioni.

Scopri anche il significato della gravidanza isterica e i sintomi da tenere in considerazione.

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social