Benessereblog Salute Scottature solari, a rischio un bagnante su due

Scottature solari, a rischio un bagnante su due

Scottature solari, a rischio un bagnante su due

Le scottature solari possono diventare un problema serio: se non si usano le giuste protezioni dai raggi nocivi del sole, infatti, rischiamo di compromettere la salute della nostra pelle. Secondo i recenti studi sul rischio di scottature durante l’esposizione solare, i dati parlano di un bagnante su due a rischio.

Le conseguenze delle scottature solari sono diverse: il 32% lamenta desquamazione ed esfoliazione della pelle, il 26% prurito e bruciore, il 17% colpi di calore. Un italiano su 3, poi, per abbronzarsi più in fretta non si protegge dal sole nel primo giorno di esposizione: il 42% usa creme abbronzanti al posto di creme protettive, mentre il 28% dei “bagnanti” sottovaluta gli effetti dannosi dei raggi solari sulla nostra pelle.

Le parti più soggette a scottature sono spalle (29%), viso (25%) e decollete (19%), mentre i più colpiti sono i bambini nel 67% e gli anziani nel 47%. Occhio a chi ha la carnagione chiara: l’83% di queste persone ne soffre!

Per affrontare il sole, ricordiamoci di idratare la pelle con creme adatte e bevendo da 1,5 a 2 litri di acqua. Mettete la crema protettiva almeno 30 minuti prima di esporvi al sole, evitate di stare troppo al sole soprattutto nelle ore centrali della giornata.

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social