Focolaio Covid nella RSA dopo i festeggiamenti per la prima dose del vaccino

Focolaio Covid nella RSA dopo i festeggiamenti per la prima dose del vaccino

Focolaio Covid nell'RSA «Casa Caterina» di Adelfia: il contagio si propaga dopo i festeggiamenti per la prima dose del vaccino

Un focolaio di Covid si è sviluppato presso l’RSA «Casa Caterina» di Adelfia. Al momento le persone coinvolte dal contagio sono 28, tutti membri della RSA e operatori che lavorano presso la struttura. Per molto tempo «Casa Caterina» era riuscita a sfuggire al contagio da Covid-19, ma adesso purtroppo dovrà fare i conti con le conseguenze di un gesto che, in condizioni normali, sarebbe comprensibile e spontaneo.

Dopo la somministrazione della prima dose del vaccino, coloro che sono stati sottoposti alla vaccinazione hanno festeggiato, si sono abbracciati e hanno gioito insieme. Il tutto senza prestare attenzione alle necessarie misure di prevenzione del contagio.

I festeggiamenti per la vaccinazione sono avvenuti il 15 Gennaio, e a distanza di una settimana sono stati rilevati i primi casi di contagio. Se ne contano 25 oggi, 13 ospiti della RSA e 15 operatori. Per il momento sono tutti asintomatici. Gli operatori e gli anziani sono stati posti in isolamento. Questi ultimi, in particolar modo, si trovano in un’ala apposita della struttura.

Focolaio Covid nella RSA, nessun collegamento con il vaccino

Fra i contagiati vi è anche il direttore sanitario, Nicola Dellino, che tiene a sottolineare che i tamponi positivi non hanno nulla a che vedere con il vaccino in sé, come molti potrebbero pensare e sostenere. Le sue affermazioni sono confermate anche da Maria Chironna, responsabile del laboratorio di epidemiologia molecolare del Policlinico di Bari, che spiega:

Non c’è alcun nesso tra vaccinazione anti-Covid e infezioni occorse in soggetti, operatori sanitari o anziani delle RSA che hanno ricevuto la prima dose. Purtroppo quel che accade è che la prima dose non conferisce protezione e che molti soggetti siano vaccinati mentre incubavano già l’infezione o l’hanno contratta subito dopo in assenza di piena protezione, che si ha solo dopo diversi giorni dalla seconda dose.

Anche dopo aver ricevuto il vaccino anti Covid, non bisogna quindi abbassare la guardia. Dovremo invece continuare a mettere in pratica le normali regole che ormai ben conosciamo:

  • Mantenere la distanza di un metro dalle altre persone
  • Indossare la mascherina
  • Igienizzare e lavare spesso le mani.

via | Corriere
Foto di RitaE da Pixabay

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog