Benessereblog Salute Oms in Cina, task force di esperti visita il mercato di Wuhan

Oms in Cina, task force di esperti visita il mercato di Wuhan

Oms in Cina, task force di esperti visita il mercato di Wuhan

Identificare l’origine della pandemia di Covid-19. È questa la missione che l’Oms, in Cina da diversi giorni, sta conducendo, ed è per questa ragione che nelle scorse ore una task force di investigatori dell’Organizzazione mondiale della sanità ha visitato il famoso mercato di Wuhan, quello in cui – si presume – potrebbe essere avvenuto il salto di specie del virus che ha dato inizio a un’emergenza sanitaria in grado di piegare la popolazione e l’economia globale.

Gli esperti in missione in Cina fanno trapelare poche notizie in merito al loro programma. Il processo che potrebbe portare a una vera conclusione è del resto molto complesso, specialmente se si considera che la Cina sembra abbia adottato un atteggiamento “trionfalistico” nei confronti delle modalità con cui è stata affrontata l’intera emergenza Covid.

Sul territorio è stato anche costruito un museo che celebra i medici che hanno aiutato a combattere la pandemia. Purtroppo però sappiamo bene che, soprattutto durante le prime fasi della diffusione del virus, proprio i medici sarebbero stati messi a tacere in modo molto duro. Naturalmente si celebra anche il lavoro svolto dal presidente Xi Jinping, i cui ritratti campeggiano sulle pareti del museo.

Covid, l’Oms esamina il mercato di Wuhan

Ma tornando all’operazione dell’Oms, secondo le ultime notizie nelle scorse ore gli esperti hanno visitato il mercato di Wuhan, presunto epicentro della pandemia. Ad attenderli vi erano numerosi giornalisti, ma gli investigatori non avrebbero rilasciato alcuna dichiarazione.

Oltre al mercato cinese di animali vivi, il team ha in programma di visitare anche l’Istituto di virologia di Wuhan, specializzato proprio sui coronavirus. Secondo molte fonti – soprattutto statunitensi – una fuoriuscita del virus potrebbe essere stata la causa scatenante della pandemia.

Oms in Cina: indagine o studio globale?

Intanto, mentre gli esperti dell’Oms eseguono le loro valutazioni, i media cinesi pare stiano dedicando molto poco spazio e attenzione alla questione. Nel Paese pare si tenda a minimizzare l’importanza della “spedizione“. Lo stesso portavoce del ministero degli Esteri, Zhao Lijian, avrebbe dichiarato che quella in atto non è “un’indagine”, ma piuttosto un tassello che fa parte di “uno studio globale”.

Quello che è chiaro è che il lavoro dell’Oms sarà molto complesso e difficile. Dal momento che è passato un anno dall’inizio dell’emergenza e che molti “elementi” potrebbero essere già dispersi, purtroppo non è detto che l’operazione porterà a delle risposte chiare in merito all’origine del Covid.

via | Agi, Ansa
Foto di Free-Photos da Pixabay

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social