Benessereblog Salute Malattie Fisioterapia e mal di testa: cose da sapere

Fisioterapia e mal di testa: cose da sapere

Fisioterapia e mal di testa: cose da sapere

Fonte immagine: Pixabay

La fisioterapia può aiutare in caso di mal di testa? Quando questo disturbo è cronico e si presenta spesso nella vita dei pazienti che ne soffrono, alla lunga può diventare debilitante e causare fastidi davvero preoccupanti. La fisioterapia per il mal di testa può essere un forte aiuto.

Per approfondire la tematica, abbiamo voluto porre qualche domanda alla Dottoressa Beatrice Possenti, osteopata, di MioDottore, che ha aderito al progetto di video consulenza online attivato dalla piattaforma. Fisioterapia e mal di testa: ecco cosa devi sapere.

I sintomi del mal di testa

Il mal di testa, benché sia solitamente una condizione non pericolosa e temporanea, risulta avere dei sintomi particolarmente fastidiosi, come dolori anche intensi, fotofobia, nausea e fonofobia, i quali possono influire sulla qualità della vita.

Mal di testa
Fonte: Pixabay

Il modo in cui viene normalmente risolto l’episodio di cefalea ha poco a che fare con le cause del mal di testa, ma piuttosto con i sintomi. Si fa infatti largo uso di farmaci, soprattutto antidolorifici, i quali risolvono solo momentaneamente il disagio, andando a creare effetti collaterali a volte notevoli, soprattutto a livello gastrico.

Disturbo della cefalea tensiva

La forma di cefalea in assoluto più comune è quella tensiva (90% dei casi). La cefalea tensiva si manifesta come un dolore a morsa o a casco, diffuso e bilaterale. Spesso è associato a rigidità del collo, ma non a foto/fonofobia. Può essere episodica, succedendo solo a volte, o cronica, ossia presente quasi tutti i giorni.

Le cause della cefalea tensiva ancora non sono del tutto chiarite, ma si può certamente correlare allo stile di vita, alla qualità del sonno, allo stress, a problemi di natura psicologica e a cause di natura muscolare, fasciale (della zona cervicale, della base del cranio e dell’articolazione temporomandibolare) o genetica, rendendo quindi necessario un approccio multidisciplinare alla malattia.

Curare il mal di testa con la fisioterapia è possibile?

Innanzitutto, è fondamentale una visita medica per escludere ulteriori patologie, per capire le caratteristiche della cefalea e per prescrivere, eventualmente, farmaci specifici.

Oltre alle cure farmacologiche, anche la fisioterapia gioca un ruolo determinante nel trattamento della cefalea. L’obiettivo principale è quello di migliorare la sintomatologia e la frequenza degli attacchi. Con conseguente riduzione del consumo di farmaci e miglioramento della qualità della vita.

calore e bruciore alla testa

Massaggi per il mal di testa

Si può migliorare la condizione del paziente allentando le varie tensioni che dalla periferia possono andare a scaricarsi sulla zona cervicale/craniale. Indagando poi le eventuali disfunzioni a livello muscolare, fasciale e articolare della zona cervicale, della base del cranio e dell’articolazione temporomandibolare. E, in ultimo, lavorando mediante terapia manuale sulle articolazioni del cranio per dare un input a livello dei nervi cranici e delle strutture intracraniche.

Esercizi per il mal di testa

Infine, è fondamentale studiare una batteria di esercizi specifici e personalizzati, con lo scopo di migliorare e mantenere il range di movimento delle varie articolazioni. Ed educare il paziente al mantenimento di posture adeguate nella vita quotidiana.

Essendo la cefalea una patologia con cause multifattoriali, oltre alla fisioterapia, è necessario risolvere anche le problematiche relative agli altri ambiti (come ad esempio quello psicologico) per ottenere risultati migliori e più duraturi nel tempo.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare