Benessereblog Salute Bari, ragazzo di 24 anni muore dopo 8 interventi: indagati 54 medici

Bari, ragazzo di 24 anni muore dopo 8 interventi: indagati 54 medici

Bari, ragazzo di 24 anni muore dopo 8 interventi: indagati 54 medici

La Procura di Bari indaga per la morte di un giovane operaio 24enne di Altamura, Antonio Picerno, morto il 14 settembre scorso: il ragazzo si era sottoposto a una prima visita al pronto soccorso dell’Ospedale di Altamura due mesi fa. L’ultima, prima della morte, è stata fatta nel Policlinico di Bari. Nel mezzo l’operaio è stato ricoverato in cinque reparti e ha subito otto interventi chirurgici.

Il giovane era stato dimesso per due volte dal pronto soccorso di Altamura, il 16 e il 17 luglio, con una diagnosi di sospetta colica renale. Tornato il 20 luglio, era stato ricoverato per un’asportazione d’urgenza di una cisti. Il giorno dopo in rianimazione è stato sottoposto a un intervento per l’asportazione di una parte dell’intestino e poi per l’asportazione della milza in necrosi. Il 10 agosto è stato trasferito in condizioni molto gravi al Policlinico di Bari, dove è stato sottoposto ad altri 5 interventi, prima di morire.

La Procura di Bari ipotizza per 54 dottori il reato di omicidio colposo, 30 medici di Altamura e 24 di Bari. Spetterà ai medici legali nominati dalla Procura capire dall’autopsia se ci sono state negligenze e in quale momento sono state compiute.

Via | La Stampa

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social