Benessereblog Salute Tecnica Emdr: anche il Principe Harry sceglie questo trattamento

Tecnica Emdr: anche il Principe Harry sceglie questo trattamento

Tecnica Emdr: anche il Principe Harry sceglie questo trattamento

Anche il Principe Harry si è sottoposto alla Terapia Emdr. Protagonista e creatore del programma “The Me You Can’t See“, la docuserie co-prodotta con Oprah Winfrey che esplora il tema della salute mentale, il marito dell’ex attrice Meghan Markle ha provato in prima persona la tecnica apprezzata da tante persone nel mondo, a cominciare da star e influencer come Jameela Jamil, Evan Rachel Wood e l’italiana Chiara Ferragni.

Durante uno degli episodi della docuserie di Apple TV, il Principe ha seguito le indicazioni di una terapista o practitioner Emdr, ed ha mostrato agli spettatori in cosa consiste esattamente questa tecnica nota come “Desensibilizzazione e ritrattamento del movimento oculare” (Eye movement desensitisation and reprocessing – Emdr).

La tecnica è nata essenzialmente per aiutare le persone con disturbo post-traumatico da stress, ma di recente è stata impiegata anche per il trattamento di ansia e panico legati ad eventi percepiti come traumatici.

Emdr, come si svolge?

Chi si sottopone a questo genere di trattamento sarà invitato a riportare a galla i ricordi che provocano angoscia, ansia e dolore. Il terapista esaminerà quindi la storia del paziente, e identificherà gli eventuali ricordi su cui bisognerà lavorare.

Come possiamo vedere nel video, durante la sessione la terapista consiglia al Principe Harry di incrociare le braccia e di toccarsi le spalle mentre racconta gli episodi traumatici e le sensazioni scatenate da questi ultimi.

Il paziente dovrà inoltre compiere dei movimenti oculari che avranno lo scopo di aiutare il cervello a rielaborare quei ricordi dolorosi. Così facendo naturalmente non si cancellano i ricordi, ma questi ultimi saranno meno dolorosi.

Tecnica Emdr: come funziona?

A rispondere a questa domanda è Wendy Byrd, presidente della EMDR International Association, che in un’intervista rilasciata a Good Morning America ha spiegato:

Con l’EMDR torniamo indietro, guardiamo al passato, guardiamo a come questo potrebbe influenzare ciò che sta accadendo nel presente. Sta cambiando il modo in cui viene memorizzata l’esperienza, e quando il cervello cambia il modo in cui viene memorizzata, ci si sente in modo diverso.

Generalmente per superare dei traumi sono necessarie almeno 6-8 sessioni di terapia Emdr.

via | Insider
Foto di hainguyenrp da Pixabay

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social