Covid minaccia sistema nervoso, epilessia ed ictus tra i rischi

Covid minaccia sistema nervoso, epilessia ed ictus tra i rischi

Covid minaccia sistema nervoso, epilessia ed ictus tra i rischi insieme a stanchezza cronica, affaticamento ed ictus.

Degli effetti a lungo termine del Covid ci stiamo accorgendo con il tempo. Ad un anno dai primi casi, le ripercussioni sul sistema nervoso già registrate nei mesi scorsi sembrano diventare un dato assodato. Dato, peraltro, ampiamente confermato da centinaia di studi in merito. Mancanza di olfatto, affaticamento, mal di testa, disturbi della memoria fino a più gravi casi di epilessia ed ictus. Queste tra le problematiche che il Covid-19 lascia in chi lo ha, suo malgrado, ospitato. Come si evince dalle risposte di chi, con il virus, ha dovuto combattere.

Long-Covid minaccia sistema nervoso

Covid, le ripercussioni sul sistema nervoso

A soffrire di sintomi post-Covid sarebbe la maggior parte delle persone che sono state affette dal virus uscendone vincitrici. Tra le ricerche più significative quella effettuata sui 1.760 pazienti Covid ricoverati a Bergamo che, come ricordiamo bene, fu il fulcro della prima ondata del Coronavirus. Su questi, in 137 casi (che si traducono nella percentuale dell’8%) si sono verificate complicazioni piuttosto importanti sul sistema nervoso. Aspetto già anticipato da uno studio della Northwestern Medicine, pubblicato nel giugno 2020 su Annals of Neurology, nel quale il Covid era già stato definito una minaccia per l’intero sistema nervoso.

La sfida per preservare la salute pubblica, a questo punto, si fa dura. Come ha affermato il presidente della SIN, Gioacchino Tedeschi, la società italiana di neurologia

“sta portando avanti progetti di ricerca e studi clinici per indagare in maniera approfondita su questo legame, anche per mettere a punto protocolli clinici che aiutino a intervenire tempestivamente”.

Tra questi, uno è quello promosso dall’Università di Milano-Bicocca che ha coinvolto 50 tra le più importanti Neurologie italiane e che si concentra principalmente sui sintomi neurologici persistenti cosiddetto Long Covid. Una vasta percentuale (il 70 %) di pazienti ricoverati a Brescia con Covid di entità medio grave ha riferito di soffrire di disturbi neurologici – stanchezza cronica, disturbi nella concentrazione, del sonno, dolori muscolari e della vista. Oltre che, nel 27% dei casi, depressione o ansia.

Via | Ansa

Photo | Pixabay

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog