Benessereblog Salute Pediluvio, benefici e come farlo a casa

Pediluvio, benefici e come farlo a casa

Pediluvio, benefici e come farlo a casa

Fonte immagine: Pixabay

Il pediluvio è un trattamento di benessere fai da te spesso ignorato e abbandonato nel dimenticatoio. Eppure, dopo una giornata trascorsa fuori casa, fra commissioni, scarpe scomode, caldo e stanchezza, probabilmente la sola che dovremmo fare sarebbe prenderci cura per un secondo dei nostri piedi. Il pediluvio ha benefici incredibili!

Nonostante ciò, la lista delle cose da fare incombe, e lascia ben poco tempo a questo semplice e profumato momento di relax. Ebbene, oggi vogliamo dare il giusto spazio al pediluvio, non solo come rimedio rilassante o come alleato contro calli e piedi gonfi, ma anche come pratica di benessere, un trattamento che può migliorare la nostra salute sotto moltissimi aspetti.

Prima di vedere come fare un bel pediluvio, vale la pena dare un’occhiata ai tanti benefici che una bacinella d’acqua può regalare ai tuoi piedi (e non solo).

A cosa serve il pediluvio?

Sappiamo bene che la salute passa (anche) dai piedi. In effetti, esistono intere discipline dedicate alla manipolazione plantare per trattare svariate problematiche e condizioni.

Tra l’altro, non è un mistero che mettere a bagno le estremità in una bacinella con acqua tiepida o fresca (a seconda delle specifiche necessità) possa aiutare ad alleviare fastidi e disturbi di vario genere.

Un pediluvio può rappresentare il perfetto rimedio contro i piedi gonfi, una soluzione efficace contro i calli, ma può anche semplicemente tenere alla larga i cattivi odori. Diamo dunque un’occhiata ai benefici che questo semplice trattamento fai da te può regalarti.

Gli 11 benefici del pediluvio

Un pediluvio non è solo un trattamento di bellezza fai da te. Si tratta, in realtà, di un rimedio riconosciuto anche in campo medico, in quanto permette di alleviare gonfiore e di combattere persino raffreddori e altri malanni.

Diamo uno sguardo alla lista dei benefici offerti da questo trattamento.

  1. Aiuta a combattere e prevenire i malanni di stagione
  2. Allevia il dolore e i crampi ai piedi
  3. Migliora la circolazione sanguigna
  4. Allevia le infiammazioni
  5. Aiuta a sciogliere le tensioni
  6. Riduce sensazioni come ansia e stress
  7. Migliora la qualità del sonno
  8. Elimina i cattivi odori
  9. Aiuta a ridurre la stanchezza e la fatica
  10. Un rimedio naturale contro i calli
  11. E’ utile per chi ha pelle secca e talloni screpolati.

Pediluvio piedi: tutto l’occorrente

pediluvio
Fonte: Pixabay

Per poter organizzare un perfetto angolo spa per i tuoi piedi, bisognerà avere a portata di mano alcuni accessori. Si tratta di qualche oggetto che potrebbe rendere l’esperienza ancor più semplice e, di conseguenza, rilassante.

Ecco dunque la lista di accessori necessari per un perfetto pediluvio casalingo:

  • Una vaschetta abbastanza capiente per poter immergere entrambi i piedi
  • Acqua tiepida o fresca
  • Oli essenziali
  • Sale e bicarbonato
  • Un asciugamani morbido per i piedi
  • Un tappetino per il bagno.

Inoltre, un buon pediluvio dovrebbe prevedere almeno 3 fasi. La prima sarà quella dell’ammollo, durante la quale potrai godere di un attimo di relax. E a proposito, se ti stai domandando quanto tenere i piedi in ammollo, devi sapere che la durata del pediluvio dovrebbe essere di circa 15 minuti.

La seconda fase prevede un delicato scrub, che potrai eseguire usando dello zucchero di canna e dell’olio di cocco. Infine, dopo il risciacquo, sarà il momento dell’idratazione. In questa fase potresti utilizzare una specifica crema per i piedi o, in alternativa, dell’olio di cocco.

Pediluvio: acqua calda o fredda?

Ma per immergere i piedi è meglio usare acqua calda o fredda? In realtà la risposta a questa domanda dipende molto dalla condizione da trattare.

Spesso la temperatura dell’acqua consigliata è quella tiepida, ma in alcuni casi anche dell’acqua leggermente fresca può offrire un piacevole sollievo, specialmente durante i mesi più caldi.

3 cose da sapere prima di immergere i piedi

Fonte: Pixabay

Prima di dedicarti al tuo momento di benessere, tieni a mente alcuni semplici consigli salva-piedi:

  1. Se hai tagli o ferite ai piedi, evita di ricorrere a questo trattamento finché la pelle non sarà guarita del tutto.
  2. Se presenti infezioni batteriche o fungine o altri disturbi al piede o alle unghie dei piedi, consulta prima un dermatologo, poiché potrebbero essere necessari dei trattamenti farmacologici specifici.
  3. Dopo il pediluvio, asciuga per bene i piedi prestando attenzione anche agli spazi fra e dita, e idratali utilizzando un’apposita crema.

Pediluvio fai da te: scegli quello adatto ai tuoi piedi

Si fa presto a dire “pediluvio”. In realtà non basta immergere i piedi nell’acqua per trarre tutti i possibili benefici.

Esistono diversi tipi di pediluvio, indicati per le più disparate necessità e situazioni. Elemento che accomuna tutti questi tipi di trattamenti è la facilità con la quale potrai organizzarli, e la sensazione di benessere che ti regaleranno.

Ricorda, dopo il pediluvio è importante effettuare un delicato scrub per i piedi (da ripetere almeno una volta a settimana) e, al termine, applica la tua consueta crema idratante.

Pediluvio rinfrescante

Dopo una stressante giornata fuori casa, un pediluvio rinfrescante è proprio quello che ci vuole. Per prepararlo utilizzeremo del sale Epsom (un particolare prodotto in grado di ammorbidire la pelle, ridurre lo stress e prevenire l’eccessiva proliferazione batterica). Ecco quali sono gli ingredienti necessari per il tuo pediluvio rinfrescante.

Ingredienti

  • Sale Epsom: 2 tazze
  • La scorza di mezzo limone
  • Bicarbonato: mezza tazza
  • Oli essenziali di limone e menta piperita per un effetto “fresco” .

Preparazione

Unisci gli ingredienti in un contenitore e mescola per bene utilizzando un cucchiaio di legno, in modo da amalgamarli.

Quando avrai ottenuto un composto omogeneo, conservalo in un barattolo con chiusura ermetica, e all’occorrenza versane una piccola quantità nell’acqua leggermente tiepida della vasca per il pediluvio.

Immergi i piedi e goditi il tuo momento di relax.

Pediluvio disinfettante

Un pediluvio con bicarbonato e/o aceto può aiutare a mantenere i piedi ben puliti. Al tuo pediluvio con bicarbonato potresti aggiungere anche poche gocce di tea tree oil, un olio essenziale dalle ben note proprietà antibatteriche e deodoranti.

Pediluvio per i calli

Oltre ad essere antiestetici, i calli possono causare dolore e fastidio, e per questo motivo la loro presenza non va mai sottovalutata.

In alcuni casi, immergere le estremità nell’acqua con i giusti “ingredienti” può aiutare ad ammorbidire la pelle e ad eliminare i calli.

Per ridurre il problema, potresti preparare, ad esempio, un pediluvio con camomilla, un cucchiaio di bicarbonato e dell’olio essenziale di lavanda.

Questo rimedio andrà benissimo anche per chi ha piedi e talloni screpolati.

Pediluvio rilassante per piedi doloranti

Fonte: Pixabay

I piedi che fanno male sono un vero problema. Del resto, è sui questa parte del corpo che facciamo affidamento per svolgere tutte le attività della nostra vita quotidiana. Ma cosa mettere in acqua per un pediluvio rilassante? Anche questa volta ci serviremo dell’azione benefica del sale Epsom, ideale per dei piedi che chiedono qualche coccola in più.

Per preparare il tuo bagno di benessere, versa nell’acqua:

  • Mezza tazza di sale Epsom
  • 5 gocce di olio essenziale di lavanda
  • Un cucchiaio di olio di mandorle dolci, per ammorbidire i tuoi piedi mentre ti rilassi.

Pediluvio per piedi gonfi

Come i piedi doloranti, anche quelli molto gonfi possono rappresentare ben più di un semplice fastidio.

Se il problema di piedi e gambe gonfi dovesse presentarsi con una certa frequenza, parlane con il tuo medico in modo da comprenderne la causa scatenante. Nel frattempo, potresti provare qualche rimedio casalingo. Ma cosa mettere nell’acqua per fare un pediluvio “sgonfia piedi”?

Questa volta utilizzeremo dell’acqua fresca. Nella bacinella versa un cucchiaio di bicarbonato e dell’olio essenziale di rosmarino, in grado di migliorare la circolazione e alleviare il gonfiore.

Pediluvio con rosmarino

Per regalare una coccola extra ai tuoi piedi, potresti provare a immergerli in una vasca con dell’acqua tiepida e qualche rametto di rosmarino. Questa pianta vanta effetti disinfettanti ed aiuta ad avere una pelle vellutata e in salute.

Come lavare i piedi per non farli puzzare?

E parliamo anche di cattivi odori. Un argomento scomodo, lo sappiamo bene, ma siamo umani, e almeno una volta nella vita a tutti sarà capitato di avere piedi non esattamente profumati.

Se il problema dovesse presentarsi con una certa frequenza, potrebbe essere utile fare un bel pediluvio la sera, prima di andare a dormire.

Nell’acqua della vasca potresti versare del semplice bicarbonato di sodio, oppure potresti preparare un pediluvio con sale o sale grosso, o anche con delle profumate foglioline di salvia.

Pediluvio ionico

Infine, anche il mondo dei trattamenti beauty propone dei servizi specificatamente per i piedi. Fra questi rientra ad esempio il cosiddetto pediluvio detox e ionico, che promette di favorire l’eliminazione delle tossine in eccesso e la purificazione dell’organismo.

Va da sé che simili trattamenti possono avere un costo importante, per cui, prima di optare per questo genere di servizi, la scelta migliore sarebbe quella di chiedere consiglio al proprio medico e di valutarne attentamente l’eventuale.

A questo punto sai tutto ciò che bisogna conoscere sul pediluvio. Abbiamo visto, ad esempio, a cosa serve mettere i piedi in acqua e sale o in acqua e bicarbonato, e abbiamo visto quanto tempo deve durare un buon pediluvio (circa 15 o 20 minuti).

Consigli per un pediluvio davvero rilassante

pediluvio
Fonte: Pixabay

Prima di lasciarti al tuo momento di relax, vogliamo darti alcuni consigli che potrebbero tornarti utili.

In alcuni casi, quello dedicato al pediluvio potrebbe sembrarti un tempo infinito, ma in realtà potresti riservare questo attimo solo al tuo benessere.

Durante i 20 minuti in cui i tuoi piedi saranno in ammollo, ascolta della musica rilassante, leggi un buon libro, pratica della meditazione o rendi il trattamento ancor più “coccoloso”, concedendoti una maschera per i capelli o un trattamento per le mani.

Per meno di mezz’ora, lascia che il mondo frenetico e stressante rimanga fuori dalla porta, e prenditi cura di te. Il tuo corpo ti ringrazierà, dalla testa ai piedi.

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Come cambia il seno in gravidanza?
Gravidanza

Come cambia il seno le prime settimane di gravidanza? E come sono i capezzoli al primo mese di gravidanza? Rispondiamo a queste e molte altre domande.