Benessereblog Bellezza Maschere di bellezza, a cosa servono i diversi tipi

Maschere di bellezza, a cosa servono i diversi tipi

Le maschere di bellezza sono prodotti per la cura della pelle che possono offrire diversi benefici a seconda del tipo di maschera. In commercio ne esistono di idratanti, esfolianti, purificanti, anti-età. Possono essere utilizzate una o due volte alla settimana, in base alle esigenze della pelle. Tuttavia, è importante sceglierle adatte al proprio tipo di pelle e prestare attenzione alle istruzioni per l'uso. Magari chiedendo consiglio al proprio dermatologo di fiducia.

Maschere di bellezza, a cosa servono i diversi tipi

Fonte immagine: Pexels

Tra i cosmetici che ci consentono di prenderci cura della nostra pelle rientrano le maschere di bellezza. Per il viso, per il corpo, per i piedi. Perfino per i capelli. Realizzate con ingredienti che promettono di nutrire e idratare tali parti del corpo, ne esistono tantissime tra le quali scegliere. Così tante che, spesso, non sappiamo neanche noi quale sia quella più adatta alle nostre esigenze, entrando in confusione. Ma quanti tipi di maschere esistono? E quali sono le migliori? Vediamo di fare chiarezza.

Cosa sono le maschere di bellezza

Le maschere di bellezza sono prodotti per la cura della pelle (e non solo, ma in questo articolo ci concentriamo su di queste), che vengono applicati sul viso – o su altra parte del corpo – per migliorarne la salute e l’aspetto estetico. In commercio ne sono disponibili a centinaia tra le quali poter scegliere. Di seguito approfondiamo le principali.

Maschere di bellezza, a cosa servono i diversi tipi
Fonte: Pexels

Che tipi di maschere esistono?

Esistono diverse tipologie di maschere di bellezza, come ad esempio le maschere idratanti, le maschere esfolianti, le maschere purificanti e le maschere anti-età. Inoltre, sono disponibili in diverse forme, tra cui creme, gel, maschere di bellezza in tessuto o in polvere, e vengono generalmente utilizzate una o due volte alla settimana come parte della routine di cura della pelle.

Le maschere idratanti aiutano a mantenere la pelle idratata, morbida e luminosa. La loro funzione principale è quella di fornire un’ulteriore idratazione alla pelle, aiutando a contrastare la disidratazione cutanea.

Le maschere esfolianti rimuovono le cellule morte e le impurità dalla superficie della pelle, contribuendo a renderla più liscia ed uniforme. La loro funzione principale è quella di esfoliare delicatamente, migliorando la texture e la luminosità.

Le maschere purificanti, invece, sono utili per la pelle grassa e acneica, in quanto aiutano a ridurre l’accumulo di sebo e a prevenire la formazione di brufoli. La loro funzione principale è quindi quella di purificare la pelle, rimuovendo le impurità e le tossine che possono ostruire i pori e causare la formazione di punti neri, brufoli e altri disturbi della pelle.

Infine, le maschere di bellezza anti-rughe sono progettate per ridurre l’aspetto di segni e linee sottili, migliorando l’elasticità della pelle. Queste maschere spesso contengono ingredienti come l’acido ialuronico, la vitamina C e il retinolo, che sono noti per stimolare la produzione di collagene e migliorare la texture della pelle.

Maschere di bellezza, a cosa servono i diversi tipi
Fonte: Pexels

A cosa servono le maschere di bellezza?

Non è possibile generalizzare. Ogni tipologia di maschera, in base alla formulazione ed agli ingredienti che contiene, ha un diverso scopo che tende a soddisfare altrettanto diverse esigenze della pelle. Come sappiamo, non tutte le pelli sono uguali, e se in alcuni casi è la disidratazione il problema, in altri potrebbe essere l’esatto opposto. In via generale, l’utilizzo regolare di maschere di bellezza può aiutare a mantenere una pelle sana, idratata e luminosa, prevenendo i segni dell’invecchiamento cutaneo e migliorandone l’aspetto generale. Nello specifico…

Maschere idratanti

La pelle disidratata può apparire secca, opaca e rugosa, e può essere causata da fattori come l’inquinamento, il sole, il vento, il freddo, lo stress e l’età. L’utilizzo di una maschera idratante può aiutare a ripristinare l’idratazione della pelle, migliorando la sua elasticità e luminosità. Gli ingredienti solitamente utilizzati nella formulazione di tale tipologia di maschere comprendono l’acido ialuronico, la glicerina, l’olio di jojoba e l’estratto di aloe vera, che sono noti per le loro proprietà idratanti e lenitive. Questi ingredienti aiutano a ristabilire l’equilibrio idrico della pelle. Le maschere idratanti vengono generalmente applicate una o due volte alla settimana come parte della routine di bellezza, dopo la pulizia e prima dell’applicazione della crema idratante.

Maschere esfolianti

La pelle produce costantemente nuove cellule e si rigenera ogni 28 giorni circa, ma con l’età questo processo rallenta e le cellule morte tendono ad accumularsi sulla sua superficie, rendendola opaca, ruvida e priva di luminosità. L’utilizzo di una maschera esfoliante può aiutare a rimuovere queste cellule e a favorire il rinnovamento cellulare. Gli ingredienti maggiormente utilizzati nella composizione delle maschere esfolianti sono l’acido glicolico, l’acido salicilico, l’enzima della papaya o del ananas, che agiscono esfoliando delicatamente la pelle. Tali maschere andrebbero utilizzate non più di una volta alla settimana, anche ogni due, a seconda del tipo di pelle e delle esigenze individuali.

Maschere purificanti

La pelle grassa e acneica può essere causata da una serie di fattori, tra cui l’eccesso di sebo prodotto dalle ghiandole sebacee, l’accumulo di batteri e l’infiammazione dei follicoli piliferi. L’utilizzo di una maschera purificante può aiutare ad evitare tutte le problematiche appena elencate. Gli ingredienti più comuni all’interno delle maschere purificanti includono l’argilla, il carbone attivo, l’acido salicilico ed il tea tree oil, che sono noti per le loro proprietà purificanti ed antibatteriche. In quanto alla loro frequenza di utilizzo, andrebbero applicate una o due volte alla settimana, dopo la pulizia e prima dell’applicazione della crema idratante.

Maschere anti-age

La loro funzione principale è quella di fornire alla pelle ingredienti che aiutano a stimolare il rinnovamento cellulare, a migliorare l’elasticità e la luminosità e a prevenire i danni causati dai radicali liberi. L’invecchiamento della pelle è un processo naturale influenzato da fattori come l’età, lo stile di vita, l’inquinamento, il sole e lo stress. L’utilizzo di una maschera anti-età può aiutare a contrastare i segni dell’invecchiamento cutaneo. Ingredienti efficaci a tale scopo sono l’acido ialuronico, i peptidi, le vitamine C ed E, l’estratto di alghe marine e il retinolo, che sono noti per le loro proprietà anti-age ed antiossidanti. Le maschere di bellezza fai-da-te (o meno) anti-age andrebbero utilizzate una o due volte alla settimana.

Qual è la migliore maschera per il viso?

Quello delle maschere di bellezza per il viso è un settore particolarmente ricco di proposte. Come individuare, quindi, la migliore maschera per tale parte del corpo? Data la rinomata popolarità della skin care nei Paesi Orientali, verrebbe da pensare che le migliori siano proprio le maschere di bellezza coreane o quelle giapponesi. In realtà, se realizzate con le giuste materie prime, anche le maschere di bellezza fatta in casa possono rivelarsi piuttosto efficaci. La migliore, in sostanza, è quella realizzata per le esigenze della pelle di chi la applica utilizzando ingredienti efficaci. Nulla di più, non esistono miracoli.

Maschere di bellezza, a cosa servono i diversi tipi
Fonte: Pexels

Quali sono le migliori maschere?

Per scegliere le migliori maschere per il viso, bisognerebbe vagliare i principi attivi di ognuna, assicurandosi che siano clinicamente testati per trattare le condizioni della pelle che affermano di essere in grado di risolvere. Nessuno più di un dermatologo o di chi abbia una buona preparazione in fatto di materie prime e della loro azione dal punto di vista clinico può essere certo della validità di un prodotto. In aggiunta a questo, utile può essere leggere le recensioni del prodotto che si vorrebbe testare da parte di soggetti che lo abbiano già provato ed abbiano avuto modo di constatarne, o meno, l’efficacia. Le maschere di bellezza fatte in casa, quelle che impiegano materie prime di qualità, possono in ogni caso essere di aiuto in fatto di idratazione.

Maschere di bellezza per bambini: sì o no?

Un cenno meritano le maschere di bellezza per bambini che, secondo gli esperti, non solo non sarebbero necessarie, ma potrebbero risultare controproducenti. Secondo la professoressa Pucci Romano, dermatologa e presidente Skineco “La pelle di un bambino prima dei 4-5 anni è immunologicamente immatura. L’organismo é in fieri ed è quindi più a rischio. Si tratta di cosmetici con una dermocompatibilità che non può essere provata perché la legge vieta espressamente questo tipo di test sui bambini, e quindi per definizione sono a rischio”.

FONTI:

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Come eliminare un punto nero incistato
Cura corpo

Eliminare un punto nero incistato può non essere semplice, specie in casa. In casi come questo può essere utile ricorrere al dermatologo, il quale nel proprio studio, e con gli attrezzi giusti, può portare a compimento l’operazione in modo sicuro ed efficace. A chi voglia provare da solo, si consiglia di optare per un estrattore di punti neri o per un aspiratore, entrambi strumenti ampiamente diffusi in commercio.