Benessereblog Salute Malattie Mal di testa in gravidanza: quando preoccuparsi?

Mal di testa in gravidanza: quando preoccuparsi?

Mal di testa in gravidanza: quando preoccuparsi?

Fonte immagine: Pixabay

Durante la gravidanza, soffrire di mal di testa è un problema piuttosto comune. Si stima infatti che circa il 40% delle donne in dolce attesa soffra spesso di questo disturbo. Nella maggior parte dei casi, tuttavia, le cause sottostanti non sono affatto preoccupanti. Nonostante ciò, il dolore alle tempie o alla fronte possono influenzare negativamente i mesi della gestazione.

In casi del genere, il disturbo può essere collegato ai cambiamenti ormonali che si verificano durante questo importante momento della vita. La buona notizia è che di solito il mal di testa tende a migliorare man mano che la gravidanza prosegue.

In alcuni casi, però, questo problema può essere il sintomo di un disturbo più grave. È per questa ragione che un mal di testa ricorrente o persistente non va mai sottovalutato, specialmente durante la gravidanza. Se sei incinta e hai notato un cambiamento nella frequenza e nella tipologia di mal di testa ed emicranie, sarà quindi importante sottoporre il problema all’attenzione del medico.

In questo articolo vedremo quali sono le possibili cause del mal di testa durante la gravidanza, differenziando fra le cause più frequenti durante il primo, il secondo e durante il terzo trimestre.

I sintomi da non sottovalutare

Il mal di testa può manifestarsi come un sintomo a se stante, oppure può essere accompagnato da altri sintomi e disturbi, come ad esempio:

  • Dolore pulsante sui lati della testa
  • Fastidio o dolore acuto “dietro gli occhi”
  • Nausea e vomito
  • Disturbi alla vista
  • Malessere generale.

Mal di testa in gravidanza: cause

Fonte: Pixabay

In medicina si distinguono i mal di testa in primari e secondari. I primi, sono quelli che si verificano senza che vi sia una causa sottostante. Rientrano fra questi i mal di testa da tensione, le emicranie e la cefalea a grappolo. Spesso, durante la gravidanza la donna tende a soffrire di mal di testa primari (perlopiù si tratta di cefalea da tensione).

Soffrire di mal di testa e nausea in gravidanza non è, insomma, un evento raro, ma le possibili cause sono diverse a seconda delle varie fasi della gestazione.

Un mal di testa nelle prime settimane di gravidanza, ad esempio, potrebbe essere provocato dai già citati cambiamenti ormonali, mentre durante il secondo o terzo trimestre il disturbo potrebbe indicare la presenza di un problema più serio, come ipertensione o diabete gestazionale.

Diamo dunque uno sguardo alle cause del mal di testa nelle diverse fasi della gravidanza.

Primo trimestre

Un mal di testa a inizio gravidanza può essere legato a diverse cause, dai cambiamenti nei livelli di ormoni fino a dei cambiamenti nella postura. Fra le altre possibili cause del disturbo rientrano anche:

  • Cambiamenti nel peso
  • Disidratazione
  • Stanchezza fisica e mentale
  • Astinenza da caffeina, alcol o sigarette
  • Alimentazione scorretta
  • Insonnia
  • Stress e ansia.

Durante i primi mesi di gestazione è comune soffrire di mal di testa, ma il disturbo tende a sparire man mano che gli ormoni si stabilizzano.

Secondo e terzo trimestre

Mal di testa in gravidanza
Fonte: Pixabay

Come abbiamo anticipato, le cause dell’emicrania o del mal di testa tendono a cambiare con il progredire dei mesi di gestazione. Durante il secondo e il terzo trimestre, il disturbo può essere collegato a problematiche “innocue” (come l’ulteriore aumento di peso), o anche a condizioni che non vanno sottovalutate. Oltre a quelle che abbiamo visto nel primo trimestre, fra le possibili cause del disturbo rientrano anche:

  • Tensione muscolare
  • Depressione
  • Pressione alta
  • Diabete gestazionale.

Forte mal di testa in gravidanza: quando il problema è la pressione

Una delle possibili cause di un mal di testa ricorrente, che non passa con i farmaci, può essere la pressione alta. Questa condizione, se non curata, potrebbe dare origine a delle serie conseguenze.

Durante questa fase della gestazione, il rischio è infatti quello di sviluppare una condizione nota con il nome di preeclampsia, che comporta ipertensione e la presenza eccessiva di proteine nelle urine.

Questa condizione può svilupparsi dopo le prime 20 settimane di gestazione, e può rivelarsi molto pericolosa sia per la mamma che per il bambino.

Altre possibili cause

Oltre a quelle che abbiamo appena evidenziato, esistono altri possibili fattori e cause che potrebbero scatenare mal di testa in gravidanza,  anche molto forti. Fra questi, rientrano ad esempio:

  • Bassi livelli di zuccheri nel sangue
  • Stress
  • Pressione bassa
  • Depressione e ansia
  • Luci o suoni troppo forti
  • Cardiopatie
  • Anemia
  • Alcuni alimenti.

6 cibi che possono provocare mal di testa

E a proposito di alimentazione, sapevi che alcuni cibi, specialmente quando sei in dolce attesa, possono provocare un fastidioso mal di testa? Fra gli alimenti “trigger” vi sono ad esempio il cioccolato e i pomodori, ma non solo. Dai un’occhiata alla lista dei cibi da evitare in gravidanza per non dover fare i conti con fastidio e dolore:

  1. Latticini
  2. Arachidi
  3. Insaccati e carni lavorate
  4. Cibi contenenti glutammato monosodico
  5. Caffeina.

Mal di testa in gravidanza: rimedi

Fonte: Pixabay

Conoscere i fattori che possono causare un brutto mal di testa, ti permetterà di evitarli, prevenendo efficacemente il disturbo. Ma cosa prendere quando si ha mal di testa durante la gravidanza?

In primo luogo, se il disturbo dovesse presentarsi con una certa frequenza, bisognerà parlarne con il proprio medico, in modo da individuarne l’esatta causa. Ricorda che durante la gravidanza non è possibile assumere aspirina e ibuprofene, in quanto questi farmaci potrebbero causare danni al bambino.

Mal di testa in gravidanza: cosa prendere?

Il medico potrebbe consigliare l’utilizzo della tachipirina per il mal di testa in gravidanza, ma l’assunzione del farmaco deve avvenire per il minor tempo possibile, e sempre dietro consiglio da parte del dottore o dello specialista.

Rimedi naturali

Sappiamo bene che non è possibile assumere farmaci in gravidanza, e quelli consentiti, dovrebbero essere utilizzati con molta parsimonia. Per questo motivo, per far passare un mal di testa è consigliabile mettere in pratica alcune strategie e optare per dei rimedi naturali per il mal di testa. Ecco alcuni consigli utili per ritrovare il tuo benessere:

  • Mantenersi idratati
  • Riposare
  • Evitare le situazioni stressanti
  • Eseguire qualche esercizio di stretching
  • Massaggiare la testa, le spalle o il collo per alleviare la tensione
  • Frequentare delle lezioni di yoga per gravidanza
  • Mantenere una postura corretta
  • Fare una doccia calda e rilassante.

Quando preoccuparsi?

Fonte: Pixabay

Se è vero che un mal di testa sporadico non dovrebbe provocare timori o paure eccessive, è altrettanto vero che non bisogna sottovalutare determinati sintomi e campanelli d’allarme. Ma allora, quando un mal di testa deve preoccupare, se siamo in dolce attesa?

Ecco una lista di sintomi per i quali è importante contattare immediatamente il medico:

  • Febbre
  • Cambiamenti nella vista
  • Dolore molto forte e improvviso
  • Mal di testa frequenti
  • Svenimento
  • Vomito
  • Gonfiore improvviso al viso, alle mani, ai piedi e alle caviglie.

In generale, come abbiamo visto, il mal di testa durante la gravidanza è un disturbo molto comune. Alcune donne possono sperimentarlo con maggiore frequenza, mentre altre potrebbero notare con piacere che, sin dall’inizio della gravidanza, gli episodi di emicrania e mal di testa si sono manifestati con minore frequenza e/o intensità.

Se il problema dovesse presentarsi spesso o in maniera intensa e improvvisa, o se dovessi notare alcuni dei sintomi sopra elencati, consulta il medico per individuare la causa e il giusto trattamento.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare