Benessereblog Bellezza Giornata mondiale della birra: benefici per la bellezza che non ti aspetti

Giornata mondiale della birra: benefici per la bellezza che non ti aspetti

Giornata mondiale della birra: benefici per la bellezza che non ti aspetti

Fonte immagine: Unplash

Oggi è la Giornata mondiale della birra 2022. Ovvero il giorno universalmente dedicato ad una delle bevande fermentate più antiche ed apprezzate dall’umanità. Bionda, rossa, filtrata o no, la birra raccoglie numerosi sostenitori.

Se in Germania è la protagonista assoluta dell’Oktoberfest, è amata ad ogni latitudine. Ma come nasce la ricorrenza, e quali sono i benefici – anche inaspettati – che la birra apporta alla nostra bellezza? Continuate a leggere per scoprire come approfittarne.

Giornata mondiale della birra

Quando è la Festa della birra 2022? La Giornata internazionale della birra cade il primo venerdì di ogni agosto. Ha origine nel 2007 a Santa Cruz, in California, per volontà di Jesse Avshalomov. Inizialmente celebrata presso i soli Stati Uniti occidentali, la giornata è diventata gradualmente un evento di interesse mondiale. Il suo scopo è quello di trascorrere del tempo con i propri amici assaporando il gusto unico della buona birra; rendere onore a chi produce e serve la birra; unire il mondo in una celebrazione universale al cui centro ci sia la bevanda fermentata.

Giornata mondiale della birra: benefici per la bellezza che non ti aspetti
Fonte: Pixabay

La birra nel mondo

La Giornata della birra è quindi un giorno nel quale gli amanti della birra di tutto il mondo possono brindare ai birrai e ai baristi. Oltre che gioire della grandezza della birra artigianale. Prima di passare ai benefici per la bellezza che la bevanda apporta, un cenno merita l’importanza della stessa nei vari paesi del mondo.

Germania

Abbiamo accennato come in Germania, precisamente a Monaco di Baviera, la bevanda sia protagonista di uno dei festival più famosi a livello internazionale. Oltre che un evento goliardico, l’Oktoberfest rappresenta un ottimo modo per fare una full immersion nella tradizione e nella cultura tedesca.

Irlanda

Anche a Dublino la birra è molto amata. Prova ne sono i fiumi che scorrono nei tipici pub irlandesi meta dei turisti in visita nella città. La festa di San Patrick non è che una delle occasioni nelle quali fare degustazioni in un clima allegro e festivo. Tra musica tradizionale e buona compagnia.

Giappone

Probabilmente non tutti lo sanno, ma anche il Giappone vanta una propria profonda cultura della birra. A Yojohama, in particolare, ha sede il birrificio Kirin, che esporta i propri prodotti in tutto il mondo. Messico, Amsterdam, Bruxelles, i paesi non finiscono di certo qui. Se siete estimatori della bevanda potreste valutare di fare un tour a tema.

Come si festeggia la Giornata mondiale della birra

Le più popolari forme di eventi tipici della Giornata internazionale della birra includono la spillatura di birre nuove o rare, happy hour tutto il giorno, viaggi verso paesi nei quali la tradizione legata alla birra è forte, visite a birrifici. Ma anche cene a tema, degustazioni, abbinamenti particolari con la bevanda. Ovviamente sono compresi i festeggiamenti sui social: basta usare hashtag tematici per condividere foto, pensieri ed esperienze su Instagram, Facebook, Twitter, TikTok.

Giornata mondiale della birra: benefici per la bellezza che non ti aspetti
Fonte: Unplash

Birra, benefici per la bellezza

A differenza di altri alcolici, la birra non può essere definita come “calorie vuote”. Interessanti sono i suoi valori nutrizionali tra i quali spicca la presenza di antiossidanti, fosforo, calcio, potassio, manganese, calcio. Da questi derivano anche i benefici della birra. Approfondiamo di cosa si tratta prendendo in riferimento quelli che apporta alla bellezza di pelle e capelli.

Pelle

Sappiamo che il luppolo può essere considerato un ottimo ingrediente per la cura della pelle, e così anche la birra. L’alimento vanta proprietà ansiolitiche e antinfiammatorie, che possono essere sfruttate per rendere il viso ed il corpo più levigato. In particolare, il malto presente nella birra ha potere esfoliante, è in grado di stabilizzare il collagene e l’elastina. Ma è anche in grado di migliorare la microcircolazione e di previene l’invecchiamento precoce della pelle. La bevanda è un’efficace antirughe per via del contenuto dell’acido ferulico, un potente antiossidante capace di rendere la pelle secca, soprattutto, levigata ed elastica. Influisce difatti positivamente contro i segni dell’età.

Le vitamine, i minerali, i saccaridi ed il lievito che contiene, rendono la birra un detergente naturale. Può essere usata sia per lavare il viso che come maschera o scrub, con l’effetto di ridurre l’acne e i brufoli. Così facendo dona un colorito naturale alla pelle e la rende più luminosa. Una tale azione la esplica anche per via delle sue proprietà diuretiche, che permettono l’eliminazione delle tossine dal corpo. Cosa fa il lievito di birra alla pelle? Questo, invece, essendo ricco di vitamine del gruppo B, aiuta ad idratare l’epidermide. Tali azioni, tuttavia, sarebbero strettamente legate all’uso topico della stessa, e non a quello tramite assunzione orale.

Capelli

La birra fa altrettanto bene ai capelli. Perfino star del calibro di Catherine Zeta-Jones lo sostengono. L’attrice, ad esempio, usa una maschera al miele e birra. Che sia il segreto della sua splendida chioma? Il suo basso PH unitamente alla vitamina B e un discreto contenuto di zuccheri rende i capelli più belli e sani, li lucida e contribuisce alla chiusura delle cuticole.

Lavare i capelli con la birra apporta benefici alla salute e alla consistenza degli stessi: ad essere tanto benefici in questo caso sono le proteine ​​e le vitamine del gruppo B, nonché gli antiossidanti come i flavonoidi. Usare la birra sui capelli mescolata con aceto di mele o olio di jojoba li ammorbidisce e ne migliora la consistenza. I minerali in essa presenti aiutano a raschiare il cuoio capelluto grasso e a rinforzarli. Perché il lievito di birra fa bene ai capelli? Perché contiene selenio, rame, zinco e vitamine del gruppo B e perché nutre i follicoli rafforzandoli. Ma ancora di più per via della biotina, nota per la sua azione fondamentale per la loro crescita.

Ancora, è utile contro i capelli grassi in quanto i suoi composti acidi contribuiscono a regolare il PH del cuoio capelluto e a ridurre l’eccessiva produzione di sebo. Serve altresì a schiarire i capelli, specie nelle donne bionde o castane chiare. Consente di ottenere un effetto naturale ma intenso, sicuramente molto più sano di quello ottenuto con il ricorso agli agenti chimici contenuti nei prodotti professionali. Senza eventuali effetti collaterali.

Giornata mondiale della birra: benefici per la bellezza che non ti aspetti
Fonte: Pixabay

Abbronzatura

La birra stimola la produzione di melanina, e di conseguenza contribuisce a favorire l’abbronzatura donando un colorito dorato e uniforme. Per beneficiarne si può anche solo spruzzarla sul corpo. Attenzione, però: non vanta una protezione dai raggi del sole. Per cui, per evitare eritemi e scottature è necessario ricorrere ad una crema con adeguato SPF.

Unghie

Se soffrite di unghie fragili e sfaldate, il lievito di birra può venire in vostro soccorso. Basta scioglierne un panetto in mezzo bicchiere di acqua tiepida, fare raffreddare e massaggiate tutto il letto ungueale. Alcune sostanze contenute nella birra, tra le quali il selenio ed il potassio, aiutano a rafforzare le unghie. Potete applicarla sulle stesse dopo averla miscelata con dell’olio tiepido. Tenete in posa per almeno 15 minuti prima di risciacquare.

Piedi

Infine, può essere utilizzata per fare rigeneranti pediluvi. E per ammorbidire i calli presenti nei piedi. Ciò grazie alle già citate proprietà idratanti. Ma regala allo stesso tempo sollievo ai piedi stanchi. Basta aggiungere all’acqua del pediluvio, alla sera, un po’ di birra ben fredda. Regalerà un nuovo vigore a tale parte del corpo provata da una lunga giornata. Prova il pediluvio con la birra e vedrai  che risultati!

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare