Benessereblog Salute Emicrania: un problema al femminile

Emicrania: un problema al femminile

Emicrania: un problema al femminile

Quasi 5 milioni di donne tra i 35 e i 45 anni soffre di emicrania; in genere sono casalinghe, sposate e con figli e la media degli attacchi è di tre o quattro al mese. Per il 60% di loro, l’emicrania ha un impatto notevole sia sulla vita lavorativa che su quella personale.

L’emicrania non è da considerare un semplice mal di testa, ma come una vera e propria patologia, caratterizzata da attacchi violenti e debilitanti, che possono addirittura impedire di svolgere le proprio azioni quotidiane.

La patologia influisce negativamente anche nella vita di coppia, soprattutto quando la famiglia comprende anche dei figli piccoli, o quando la donna è molto impegnata professionalmente. Il problema principale sta nella grande confusione associata alla patologia: solo il 40% delle donne afflitte da emicrania si rivolge al medico di base; il 15% chiede aiuto ad uno specialista neurologo e ancor meno (solo il 3%) si è recato in un Centro Cefalee.

Foto | Flickr

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social