Benessereblog Benessere Psicologia Calo di zuccheri? Il rimedio giusto è pensare al proprio partner

Calo di zuccheri? Il rimedio giusto è pensare al proprio partner

Calo di zuccheri? Il rimedio giusto è pensare al proprio partner

Se siete inclini ad avere dei cali di zuccheri e dei crolli energetici, un buon rimedio potrebbe essere quello di pensare al proprio partner. A quanto sembra infatti, pensare al proprio partner potrebbe darci una spinta in più, aumentando i livelli di zucchero nel sangue. Per giungere a tale conclusione, i ricercatori della University of Western Ontario in Canada hanno prelevato dei campioni di sangue da 183 partecipanti san di età compresa tra i 18 e 41, prima e dopo aver pensato al loro attuale partner, ed avrebbero scoperto che pensare alla dolce metà favorirebbe effettivamente sia un aumento del glucosio nel sangue, che dell’umore positivo per un breve periodo di tempo.

Al contrario, sembra che pensare ad un amico o anche a un parente non abbia provocato alcun miglioramento dell’umore, né alcun innalzamento dei livelli di glucosio nel sangue, che anzi sarebbero risultati leggermente abbassati. I ricercatori hanno naturalmente tenuto in considerazione anche altri fattori che potrebbero influenzare i livelli di glucosio, come i livelli del sonno, l’uso della pillola contraccettiva, fumo, alcol ed altre abitudini contraccettive.

Secondo quanto emerso, sembrerebbe che pensare al proprio partner ci porti ad essere “stressati”, ma questa volta si tratta di uno stress “buono”, uno stress euforico – noto anche come eustress – ben diverso rispetto a quello ‘cattivo’ (chiamato anche distress), a causa del quale – ad esempio – potremmo sentirci molto agitati per via di impellenti e pressanti scadenze di lavoro.

“Pensare al nostro partner aumenta l’ormone dello stress cortisolo – specialmente per le donne che riflettono molto in merito alla propria relazione – e il cortisolo può innescare la produzione e il rilascio di glucosio nel corpo. Inoltre, si può innescare anche il rilascio di adrenalina, che può contribuire al rilascio di glucosio”.

Secondo gli esperti, il cui studio è stato pubblicato sulle pagine della rivista Psychophysiology – la sensazione di stress euforico derivante dal pensare al proprio partner sarebbe percepibile anche in caso di relazioni lunghe e durature, e non solo in caso di amori nati da poco e quindi all’insegna del romanticismo e della passione.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

via | DailyMail

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social