Benessereblog Salute Perché vengono i brividi di freddo?

Perché vengono i brividi di freddo?

Perché vengono i brividi di freddo?

Fonte immagine: Pixabay

I brividi da freddo sono un sintomo comune, e sono dovuti a delle contrazioni muscolari che il nostro corpo mette in atto quando c’è bisogno di aumentare la temperatura interna. In condizioni del genere, i muscoli si rilassano e successivamente si contraggono, riscaldando così il corpo e ripristinando una normale temperatura corporea.

Spesso i brividi sono associati a febbre o ad infezioni causate da virus (come il coronavirus) e altre malattie. In altri casi, però, queste piccole scosse possono essere causate da un trauma (fisico o persino psicologico), da freddo intenso o da altri fattori.

In molti casi, i brividi di freddo improvvisi sono associati a un altro fenomeno che il nostro corpo mette in atto in modo del tutto involontario, vale a dire la pelle d’oca, un fenomeno noto anche con il nome di “orripilazione”.

Sebbene, brividi e febbre vadano spesso di pari passo, come abbiamo visto è possibile avere anche brividi di freddo senza febbre. Se frequente, il fenomeno può chiaramente suscitare una certa preoccupazione e portare a chiedersi quali possano essere le cause sottostanti.

In questo articolo vedremo quali sono le cause dei brividi di freddo, ed esamineremo alcune situazioni comuni che potrebbero interessarci da vicino.

Brividi di freddo: cause

Fonte: Pixabay

Spesso i brividi di freddo rappresentano un campanello d’allarme che ci indica che è in corso un’infiammazione. Alla base di questo sintomo possono esservi virus, batteri o altri fattori che innescano una reazione di difesa da parte del nostro corpo, andando ad agire sull’ipotalamo, ovvero la struttura in cui avviene la regolazione della temperatura.

In una situazione del genere, il nostro corpo cerca di combattere l’invasione da parte dell’agente patogeno innalzando la temperatura. Quasi tutti i virus e i batteri, infatti, sono sensibili alle temperature elevate.

In poche parole, la febbre è dunque un sintomo che si manifesta quando il corpo cerca di combattere un’infezione. Naturalmente, anche senza febbre potresti aver contratto una malattia di questo tipo. Non sempre, infatti, un’infezione comporta un innalzamento importante della temperatura corporea.

Dalla febbre allo stress, 14 possibili cause

Vediamo adesso quali sono le possibili cause dei brividi da freddo.

  1. Temperatura ambientale troppo bassa o abbigliamento non abbastanza coprente: in questo caso, il corpo reagisce al freddo innescando una contrazione muscolare che gli permetta di riscaldarsi
  2. Traumi: alcune persone possono tremare a causa dell’ondata di adrenalina successiva a un evento scioccante, come ad esempio un incidente. Anche traumi psicologici ed emozioni intense (anche positive) possono causare scosse e brividi
  3. Attacchi di panico
  4. Infezioni batteriche e malattie come sinusite, polmonite o infezioni del tratto urinario
  5. Malaria: fra i sintomi, la malattia causa febbre alta e brividi
  6. Ipotiroidismo: spesso brividi di freddo e tiroide ipoattiva vanno di pari passo. In casi del genere, non è raro riscontrare allo stesso tempo una pressione alta e brividi. In presenza di un simile fenomeno, sarà necessario sottoporsi ai dovuti accertamenti
  7. Covid: i brividi di freddo sono un comune sintomo di Covid, spesso accompagnato da altri disturbi come febbre, mal di testa, mal di gola e tosse.
  8. Menopausa: i brividi possono alternarsi alle vampate di calore, e presentarsi soprattutto di notte
  9. Ipoglicemia (bassi livelli di zuccheri nel sangue) nelle persone con diabete
  10. Anemia: questa condizione causa diversi sintomi, fra cui anche una sensazione di freddo con brividi di freddo senza febbre (anche in estate)
  11. Ipotermia: condizione che si verifica quando la temperatura corporea si abbassa notevolmente
  12. Infezione causata dai calcoli renali: quando questi irritano o bloccano il tratto urinario, possono manifestarsi sintomi come brividi, dolore durante la minzione, dolore al fianco, alla schiena e all’inguine
  13. Astinenza da farmaci o assunzione di alcuni tipi di medicinali, come gli antidiabetici, i farmaci per la chemioterapia o quelli per l’immunoterapia. In presenza di un simile sintomo, parlane con il tuo medico.
  14. Anestesia generale: non di rado, chi si risveglia da un intervento in anestesia generale è scosso da forti brividi di freddo. Il disturbo – del tutto passeggero – può manifestarsi anche all’uscita dalla sala operatoria, ed è probabilmente dovuto allo sbalzo di temperatura cui il paziente è soggetto.

Cosa può essere che ogni tanto mi vengono i brividi?

Fonte: Pixabay

Abbiamo dato un’occhiata ad alcune delle più frequenti cause dei brividi di freddo (o dei brividi in generale). Adesso, però, vogliamo esaminare alcune delle situazioni più comuni.

Ad esempio, ti è mai capitato di avere dei brividi di freddo durante il sonno? O hai mai provato la sensazione di avere freddo in estate nonostante il caldo intenso?

Vediamo a cosa potrebbero essere dovuti fenomeni del genere. Naturalmente, oltre alle cause citate ve ne sono diverse altre, per cui ti consigliamo sempre di consultare un medico qualora dovessi avvertire questo sintomo, specialmente se con una certa frequenza.

Perché si ha freddo in estate?

Se hai sperimentato un sintomo di questo tipo durante la stagione calda (o per meglio dire, torrida), la causa potrebbe essere un colpo di calore o la temperatura esterna troppo alta.

Brividi di freddo, nausea e giramenti di testa sono infatti tre dei sintomi del colpo di calore (o esaurimento da calore), una condizione potenzialmente fatale che può svilupparsi, ad esempio, dopo aver svolto molte ore di esercizio fisico intenso o in una giornata particolarmente afosa.

Brividi di freddo senza febbre e stanchezza

Un simile sintomo potrebbe essere provocato da molteplici cause. Spesso, la stanchezza associata ai brividi può essere provocata da condizioni come ipoglicemia, esercizio fisico intenso, un’intensa reazione emotiva (come ansia o paura).

Brividi di freddo improvvisi durante la notte

Svegliarsi con i brividi freddi non è mai un’esperienza piacevole. Banalmente, ciò può accadere perché la stanza è troppo fredda, ma talvolta il problema può essere legato ad altre cause sottostanti. Fra queste potrebbero esservi una febbre improvvisa o anche la menopausa.

Brividi di freddo in gravidanza

In alcuni casi, la gravidanza può essere accompagnata da tremori, brividi e sbalzi di temperatura. Il fenomeno potrebbe essere dovuto ai cambiamenti ormonali cui stai andando incontro, ma potrebbe essere anche un sintomo di anemia, pressione bassa, di una carenza di sonno o di condizioni che interessano la tiroide.

Sebbene il freddo e i brividi siano comuni durante la gravidanza, sarà bene parlare con il medico per fugare ogni possibile dubbio.

Brividi di freddo: rimedi

brividi di freddo
Fonte: Pixabay

Cosa fare quando si hanno i brividi di freddo? Se il disturbo è dovuto alla febbre, si tratta di un naturale meccanismo di difesa messo in atto dal nostro corpo. Ciò non toglie, però, che questo sintomo possa risultare piuttosto sgradevole.

Per calmare i brividi, è consigliabile bere molti liquidi e bevande calde, e raffreddare la fronte mediante degli impacchi tiepidi. Dietro consiglio del medico puoi assumere dei farmaci antipiretici e antinfiammatori.

Quando si hanno i brividi senza febbre, invece, la situazione potrebbe risultare più complessa. Il primo consiglio che ti diamo è quello di non ignorare il problema, ma di consultare il medico curante in modo da scoprire l’esatta causa del sintomo.

Se questo dovesse essere provocato da stati emotivi intensi (come ansia o stress), potrebbe essere utile assumere dei prodotti rilassanti a base di sostanze naturali, come valeriana o biancospino.

Se il disturbo dovesse essere causato da condizioni come la menopausa, o da malattie come l’ipotiroidismo o il diabete, sarà necessario trattare la patologia di base per alleviare il disturbo.

Scopri di più anche sulla cosiddetta pelle d’oca.

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social