Benessereblog Salute Andare in bici ci rende felici?

Andare in bici ci rende felici?

Andare in bici ci rende felici?

Un nuovo studio condotto dai membri dell’Università del Minnesota rivela che andare in bicicletta potrebbe renderci più felici. Per giungere a questa conclusione, gli esperti hanno esaminato il modo in cui la modalità del viaggio, la durata, lo scopo e la compagnia possono influenzare il benessere delle persone.

Per far ciò, gli autori dello studio,pubblicato sulla rivista Transportation Research Part A: Policy and Practice, hanno esaminato i dati raccolti fra il 2012 e il 2013 nell’ambito del sondaggio “American Time Use Survey”.

L’attenzione degli autori si è concentrata sul modo in cui alcune caratteristiche degli spostamenti giornalieri influenzavano diverse emozioni sperimentate durante il viaggio, come ad esempio la sensazione di felicità, quella di stanchezza, di stress o la sensazione di tristezza.

Esaminando i dati raccolti sarebbe emerso che la bici è il mezzo di trasporto che rende più felici, mentre quello che darebbe meno soddisfazioni sembra essere il trasporto pubblico. Anche la durata del viaggio può influenzare i nostri livelli di felicità e di stress. Inoltre, a giocare un ruolo importante è anche il motivo per cui si viaggia. Se ci si sposta per andare a trovare un amico, le emozioni tendono ad essere positive, mentre se ci spostiamo per andare a lavoro, le emozioni tenderanno ad essere più negative.

Per finire, gli esperti spiegano che anche la compagnia è molto importante:

La famiglia e gli amici hanno un ruolo nel nostro modo di viaggiare. La nostra ricerca dimostra che viaggiare con loro, soprattutto con i bambini, non è solo più piacevole, ma più significativo che farlo da soli.

via | Ansa
Foto da Pixabay

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social