Benessereblog Salute Gravidanza Tutto quello che devi sapere sul 2° mese di gravidanza

Tutto quello che devi sapere sul 2° mese di gravidanza

Nel secondo mese di gravidanza il corpo della donna inizia a cambiare. Solitamente scopre di essere incinta proprio in questo momento e può notare nausea, stanchezza, seno più grande, un lieve aumento di peso causato dalla ritenzione idrica, cambiamenti dell'umore. L'embrione, invece, diventa un feto: è grande come un lampone, si formano i principali organi, il cuore primitivo inizia a battere. Si forma anche il cordone ombelicale.

Tutto quello che devi sapere sul 2° mese di gravidanza

Il primo trimestre di gravidanza, come suggerisce il nome stesso, comprende i primi tre mesi di gestazione, cioè il periodo che va dall’età gestazionale e fino alla 13esima settimana. Si tratta di un momento delicato e importante per lo sviluppo degli organi del bambino. Cosa succede nel 2° mese di gravidanza? Dopo le prime quattro settimane, quando si scopre la gravidanza in corso, perché le mestruazioni sono saltate, sono già tante le modifiche che il corpo femminile è chiamato ad affrontare. Scopriamo tutto quello che dobbiamo sapere.

Quando comincia il secondo mese di gravidanza?

La gravidanza dura 40 settimane, circa 9 mesi. Tutto inizia con il concepimento, che avviene circa 14 giorni dopo l’inizio dell’ultima mestruazione, quando nel corpo femminile avviene l’ovulazione che coincide con il periodo più fertile del mese. Di solito non si conosce con certezza il giorno della fecondazione. Se il primo mese va dal giorno 0 a quattro settimane più tre giorni, il secondo mese di gravidanza inizia a 4 settimane + 4 giorni e finisce a 8 settimane + 5 giorni.

Cosa si sente al 2° mese di gravidanza?

I sintomi del secondo mese di gravidanza sono molto simili a quelli del primo mese del primo trimestre. Di solito la futura mamma sa già di essere in stato interessante, mentre altre volte lo scopre proprio adesso, perché le mestruazioni sono in ritardo e il test di gravidanza ha dato esito positivo.

La sintomatologia più comune in questa fase della gestazione è rappresentata da:

  • nausea
  • seni più gonfi
  • gonfiore addominale;
  • frequente stimolo a urinare
  • gusto metallico in bocca
  • umore che cambia di continuo
  • ansia
  • irritabilità
  • reflusso gastroesofageo e bruciore allo stomaco
  • maggiore sensibilità agli odori e ai sapori
  • affaticamento
  • perdite vaginali chiare

L’utero materno inizia a diventare più grande per ospitare nel grembo materno una nuova vita in crescita. Possiamo anche notare un lieve aumento del peso corporeo, dovuto principalmente alla ritenzione idrica. In questo periodo la futura mamma inizia anche a sperimentare le prime emozioni e le prime preoccupazioni verso quella vita che sta crescendo nel suo grembo.

I sintomi della gravidanza comuni e quelli che non ti aspetti

secondo mese di gravidanza

Cosa succede al bambino nel secondo mese di gravidanza

Nel primo mese di gravidanza l’embrione è solo un grumo di cellule che si impianta nell’utero. Verso la quarta settimana il feto misura 6 millimetri: ha 40 paia di muscoli e 33 paia di vertebre, il cuore primitivo inizia a battere intorno alla sesta settimana e il suo corpo è composto da testa, tronco, coda e qualcosa che assomiglia alle successive braccia. Nel 2° mese di gravidanza il bambino è già profondamente cambiato: è proprio nei primi due mesi che l’embrione ha il massimo dello sviluppo. Si forma anche il cordone ombelicale, mentre la placenta non svolge ancora il suo ruolo primario.

In questo periodo iniziano a formarsi gli organi principali. A otto settimane di gravidanza il feto è arrivato a misurare 4 centimetri ed ha già raggiunto circa 3 grammi di peso. L’embrione non è più grande come un seme: le sue dimensioni sono quelle di un lampone. Metà del suo corpicino è occupato dalla testa, con gli occhi al centro della faccia. A questa età si formano anche le papille gustative.

Fonte:

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Qual è la giusta temperatura corporea in gravidanza
Gravidanza

La temperatura in gravidanza aumenta ed è un fenomeno fisiologico, provocato dall’aumento dei livelli del progesterone, l’ormone femminile che si occupa di preparare il corpo femminile all’accoglienza del feto che crescerà e si svilupperà nel grembo materno. Dopo la fecondazione dell’ovulo, la temperatura si abbassa un po’.