Benessereblog Salute Malattie Vaccino anti Covid e calamita attaccata al braccio: la nuova bufala sui social

Vaccino anti Covid e calamita attaccata al braccio: la nuova bufala sui social

Vaccino anti Covid e calamita attaccata al braccio: la nuova bufala sui social

Vi siete appena sottoposti al vaccino anti Covid? Bene, allora adesso prendete una calamita, appoggiatela al braccio e diteci cosa succede! Avete indovinato, la calamita cadrà a terra! La pandemia di Covid – dobbiamo ammetterlo – ha dato modo a tante persone estremamente “creative” di sfornare una bufala dietro l’altra.

Sin dall’inizio dell’emergenza ne abbiamo sentite di ogni tipo. Dall’alcol che lava via il virus all’aglio che tiene alla larga il rischio di contagio, dalle ambulanze vuote che (secondo molti) giravano per le città solo per provocare paura, fino alla bufala – l’ultima solo in ordine di tempo – della calamita che rimane attaccata al braccio dopo il vaccino contro il Covid.

La fake news, questa volta, non arriva dall’Italia, ma come era prevedibile si è già diffusa nel nostro Paese, tanto che medici ed esperti del settore (quello scientifico ovviamente) hanno deciso di correre ai ripari e di spiegare perché non bisogna credere a questo “fenomeno”.

Vaccino anti Covid, l’esperto smentisce il “fenomeno” della calamita

Fra gli esperti in questione vi è Salvo Di Grazia, medico e divulgatore scientifico, il quale ripercorre le tappe di questa nuova e fantasiosa bufala. Secondo alcuni utenti, “l’effetto calamita” del vaccino anti Covid (un effetto ovviamente inesistente) rappresenterebbe l’ennesima conferma del fatto che il vaccino contiene metalli. C’è addirittura chi sostiene che in realtà la sostanza che viene iniettata sia responsabile di una inversione parametrica del cromosoma. Ma cosa vuol dire esattamente?

Inversione parametrica del cromosoma non vuol dire nulla, è la classica terminologia parascientifica che in realtà non ha alcun significato. Anche perché questa eventuale inversione parametrica certamente non creerebbe questo effetto. Non è che un cromosoma si inverte e quindi la calamita si attacca. Né tantomeno è per un eventuale contenuto di metalli.

Sono queste le dichiarazioni rilasciate dal medico in un’intervista con AdnKronos Salute, dove Di Grazia spiega che, se mai fosse possibile, per ottenere un effetto del genere sarebbero necessari chili di ferro.

Ma allora perché la calamita rimane attaccata al braccio? Semplice, si tratta di un banale effetto dovuto al sudore, o probabilmente di un residuo di colla del cerotto applicato dopo la vaccinazione. Provate ad appoggiare una forcina per capelli sul braccio, ed anche questa rimarrà appoggiata al suo posto. L’oggetto non rimane di certo attaccato per magnetismo!

E’ una bufala talmente banale e scontata che non ho ritenuto di dovergli dedicarci neppure una smentita perché mi sembrava di offendere l’intelligenza delle persone. Però per l’ennesima volta mi rendo conto che non c’è limite: chiunque può dire qualsiasi cosa e ci sarà sempre qualcuno che ci crede.

Ciò che preoccupa è che molte persone credono a ciò che leggono sui social, parole e “testimonianze” ad opera di persone che non hanno alcuna competenza in campo medico. Al tempo stesso, si tende sempre più a dubitare dei medici e di veri esperti del settore.

Se volete conoscere le altre bufale sul Covid, qui potrete trovare alcune delle più creative.

via | AdnKronos
Foto di Gedesby1989 da Pixabay

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social