Benessereblog Salute Utilizzare i dispositivi vivavoce in macchina è sicuro? La risposta arriva dalla scienza

Utilizzare i dispositivi vivavoce in macchina è sicuro? La risposta arriva dalla scienza

Coloro che parlano al telefono in macchina, usando i dispositivi vivavoce, corrono un rischio minore di avere incidenti rispetto a coloro che guidano con il telefono in mano. Lo conferma un nuovo studio.

Utilizzare i dispositivi vivavoce in macchina è sicuro? La risposta arriva dalla scienza

Un nuovo studio condotto dai membri del Virginia Tech Transportation Institute rivela che i conducenti che usano dispositivi elettronici a mani libere, al contrario di quelli che li tengono in mano, hanno meno probabilità di avere un incidente. Qualsiasi attività che comporti al conducente esigenze visive o manuali (ad esempio inviare messaggi di testo, chiamare qualcuno o mandare messaggi vocali) aumenta in modo sostanziale il rischio di avere un incidente, ma il recente studio ha rilevato che il compito secondario principalmente cognitivo di parlare usando un dispositivo vivavoce non sembra avere effetti dannosi.

L’obiettivo del progetto era determinare in che misura il rischio di incidenti potesse essere influenzato da distrazioni cognitive, ovvero distrazioni occupano la mente ma non richiedono che il conducente distolga lo sguardo dalla strada o che tolga le mani dal volante. Gli esempi includono l’interazione con un passeggero, cantare in macchina, parlare al telefono con il vivavoce e così via.

Per il loro studio, gli esperti hanno analizzato i video di 3.454 autisti, 905 incidenti (inclusi 275 incidenti più gravi) e 19.732 casi di “controllo” (ovvero di “guida normale”), ed hanno esaminato i livelli di distrazione cognitiva dei conducenti. Per fare un confronto, hanno anche studiato esempi di conducenti che svolgono attività visive e manuali, come inviare messaggi di testo o regolare la radio.

I conducenti che utilizzavano un telefono vedevano aumentare il rischio di incidente da 2 a 3,5 volte rispetto ai conducenti attenti. Anche quando è stata osservata una combinazione di compiti secondari cognitivi il rischio di incidente è salito, anche se non agli stessi livelli registrati nei casi di conducenti che prestavano attenzione al loro cellulare. Nessuno dei 275 incidenti più gravi e di lesioni analizzati sono stati associati all’uso di sistemi vivavoce.

La conversazione telefonica potrebbe anche fungere da contromisura per l’affaticamento durante i lunghi viaggi in auto. Probabilmente, un conducente che sta parlando con un telefono vivavoce è meno incline a mandare sms, digitare, fare una selezione manuale e assumere altri comportamenti molto più a rischio.

via | ScienceDaily
Foto da Pixabay

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Come combattere la sarcopenia
Malattie

Per combattere la sarcopenia, è fondamentale adottare un approccio multifattoriale. L’esercizio fisico regolare, che includa attività di resistenza e forza, stimola la crescita e mantiene la funzionalità muscolare. Una dieta bilanciata, ricca di proteine di alta qualità, vitamine e minerali, favorisce la sintesi proteica muscolare. Mantenere uno stile di vita attivo, evitando il sedentarismo, contribuisce a preservare la salute dei muscoli.