Benessereblog Salute Un farmaco che cancella i ricordi

Un farmaco che cancella i ricordi

È già polemica: uno studio olandese avrebbe messo a punto una pillola in grado di rimuovere i ricordi dolorosi, intervenendo sul processo di elaborazione del dolore da parte del cervello attraverso la somministrazione di un farmaco beta-bloccante che agisce a livello cerebrale.Gli esperimenti, condotti su un campione di persone che soffriva di aracnofobia, hanno dato […]

Un farmaco che cancella i ricordi

È già polemica: uno studio olandese avrebbe messo a punto una pillola in grado di rimuovere i ricordi dolorosi, intervenendo sul processo di elaborazione del dolore da parte del cervello attraverso la somministrazione di un farmaco beta-bloccante che agisce a livello cerebrale.

Gli esperimenti, condotti su un campione di persone che soffriva di aracnofobia, hanno dato esiti positivi e si apre la via ad un nuovo trattamento per chi ha subito traumi molto dolorosi il cui ricordo è ancora tanto potente da impedire il normale svolgimento della propria vita.

Sorgono però prepotentemente gli immancabili dubbi etici sull’ammissibilità di certe pratiche: un conto è intervenire su una fobia, che può anche essere invalidante in certi casi ma rimane pur sempre circoscritta ad un campo d’esperienza piuttosto limitato, un altro rimuovere esperienze dolorose ma importanti nell’elaborazione dell’identità personale, come un lutto o un incidente. E nel caso di uno stupro, suggeriscono alcuni?

Foto | Flickr

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Pleurite: i sintomi da riconoscere subito
Malattie

La pleurite è un’infiammazione della pleura, una sottile membrana che riveste la cavità toracica e i polmoni. I sintomi più comuni sono dolore al petto, che può peggiorare con la tosse o con la respirazione profonda, e difficoltà respiratorie. Altri sintomi possono includere febbre, sudorazione notturna ed affaticamento. La pleurite può essere causata da un’infezione, come la polmonite, o da una malattia autoimmune. Alla comparsa dei primi segnali è opportuno contattare immediatamente il medico.