Benessereblog Salute Test del Dna fai-da-te facile come i test di gravidanza: la polemica

Test del Dna fai-da-te facile come i test di gravidanza: la polemica

Si può fare a casa un test del dna per verificare la possibilità di ammalarsi di tumore? Presto sarà possibile, ma molti genetisti non sono d’accordo.

Test del Dna fai-da-te facile come i test di gravidanza: la polemica

I test genetici dovrebbero essere degli strumenti sensibili e complessi, eppure l’uscita – da molti considerata infelice di Anne Wojcicki, amministratore delegato di 23andMe, una delle principali aziende che distribuisce questi test, partecipata da Google, ha sollevato una vera e propria polemica.

La 23andMe ha da poco ottenuto il via libera dall’Fda per la commercializzazione diretta di un esame per il tumore del seno e l’amministratore delegato ha definito questi test semplici come quelli per la gravidanza e i risultati non hanno bisogno di essere spiegati da un esperto.

Il test trova su un campione di saliva tre mutazioni dei geni BRCA, i cosiddetti ‘geni Jolie’ (ricordate la storia dell’attrice che ha scelto la chirurgia preventiva dopo essere risultata positiva?), che aumentano il rischio di cancro al seno e all’ovaio, ed è il primo destinato direttamente al pubblico sul rischio di tumore. Anne Wojcicki ha così spiegato:

“Quarant’anni fa quando il primo test di gravidanza è stato messo in commercio, qualche medico ha ammonito contro il suo uso, affermando che le donne non sarebbero state in grado di gestire l’informazione, arrivando a decisioni irrazionali come il suicidio. Sono stata molto delusa nel vedere che alcune reazioni all’autorizzazione dell’Fda hanno usato toni simili a quelli iniziali dei test di gravidanza”.

Ovviamente, i genetisti hanno risposto contrariati: il test del Dna non dà un risultato si o no, ma è statistico, quindi dà la probabilità di ammalarsi.

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Quale attività fisica può praticare chi soffre di ernia del disco?
Fitness

L’ernia del disco viene definita come una fuoriuscita di materiale discale dai normali margini dello spazio del disco intervertebrale, che determina la comparsa di dolore, disturbi sensitivi e motori. Chi soffre di questo disturbo deve sapere che la migliore prevenzione delle alterazioni posturali del rachide è il movimento. Ma quale attività fisica può praticare in sicurezza chi soffre di questo disturbo? Lo abbiamo chiesto ad un ortopedico: ecco cosa ci ha detto.