Benessereblog Salute Malattie I benefici della telemedicina durante la pandemia di Covid-19

I benefici della telemedicina durante la pandemia di Covid-19

Un nuovo studio rivela quali sono i vantaggi della telemedicina per i pazienti che soffrono di diabete di tipo 1, durante questa pandemia di Covid-19.

I benefici della telemedicina durante la pandemia di Covid-19

Per alcuni pazienti che soffrono di diabete di tipo 1 un attento monitoraggio delle condizioni di salute mediante protocolli di telemedicina potrebbe portare ad ottenere delle cure migliori durante la pandemia di COVID-19. In questo triste periodo che sta segnando la storia del mondo, i pazienti stanno infatti evitando di sottoporsi a delle visite di controllo di persona, per non correre il rischio di essere contagiati dal coronavirus.

Il nuovo studio, pubblicato sulla rivista Diabetes Technology & Therapeutics, rivela però che il monitoraggio tramite telemedicina potrebbe aiutare a evitare i ricoveri dei pazienti con diabete per condizioni gravi come la chetoacidosi diabetica.

Per il loro studio, gli autori hanno preso in esame due pazienti con diabete di tipo 1, i quali sono stati curati in casa mediante la telemedicina e mediante un monitoraggio continuo del glucosio (CGM). Ebbene, secondo gli autori, grazie alla teleassistenza entrambi i pazienti hanno potuto tenere sotto controllo i livelli di glucosio, evitando così l’ammissione in ospedale e un conseguente ricovero.

La pandemia di COVID-19 ha comportato dei drastici cambiamenti nella fornitura di assistenza sanitaria anche in situazioni acute come la chetoacidosi diabetica tramite la telemedicina,

hanno spiegato gli autori dello studio, i quali concludono che la telemedicina potrebbe dunque permettere di ottenere risultati soddisfacenti per la salvaguardia della salute dei pazienti, evitando che questi ultimi debbano andare incontro a eventuale un ricovero in ospedale.

via | Eurekalert
Foto di Gerd Altmann da Pixabay

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Posso prendere l’Augmentin per il mal di gola?
Salute

L’Augmentin per il mal di gola si può prendere, a patto che l’infezione sia di origine batterica. Deve essere prescritto dal medico curante con ricetta ripetibile e vanno seguite le sue indicazioni passo dopo passo. Mai interrompere prima la durata del trattamento previsto, anche se notiamo che i sintomi sono quasi del tutto scomparsi. Di solito la terapia base dura 5-7 giorni, per sconfiggere il batterio che ha attaccato il nostro organismo.