Benessereblog Benessere Psicologia Suicidi in Italia: 4000 l’anno, e la metà si potrebbe evitare

Suicidi in Italia: 4000 l’anno, e la metà si potrebbe evitare

Suicidi in Italia: 4000 l’anno, e la metà si potrebbe evitare

In Italia, il numero di suicidi arriva a 4000 l’anno, la metà dei quali sembrerebbe essere evitabile. Questo è uno dei dati emersi in occasione della Giornata Mondiale per la Prevenzione del Suicidio che si è celebrata il 10 settembre. In questa occasione gli esperti hanno spiegato che molto spesso coloro che decidono di suicidarsi lanciano dei segnali evidenti ad amici e familiari, prima di passare ai fatti. Questi segnali non dovrebbero mai essere ignorati da coloro che sono vicini alla persona che soffre di problemi psicologici.

I dati sono allarmanti:

spiega Maurizio Pompili, Direttore del Servizio per la Prevenzione del Suicidio dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria S. Andrea di Roma

secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità ogni anno nel mondo si tolgono la vita 880.000 persone, vale a dire un suicidio circa ogni 40 secondi e un tentativo di suicidio ogni 3. In Europa sono 56.200 e l’Italia, con circa 4000 morti l’anno, registra 7,3 casi ogni 100.000 abitanti.

Gli esperti rivelano inoltre che, nella maggior parte dei casi, le vittime di suicidio sono uomini fra i 45 e i 50 anni, ma questo triste fenomeno riguarda in maniera preoccupante anche anziani e gli adolescenti, soprattutto nella fascia di età tra i 24 e i 65 anni.

via | Ansa
Foto da iStock

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social