Benessereblog Bellezza Cura corpo Sostegno per capelli lisci e sottili: pro e contro

Sostegno per capelli lisci e sottili: pro e contro

Il sostegno è adatto per chi ha capelli lisci e sottili? Per rispondere a questa domanda, bisogna prima valutare le condizioni di salute del capello. Se i tuoi capelli si spezzano facilmente, sono stati decolorati o sottoposti a procedure piuttosto aggressive, sarà meglio evitare o posticipare la permanente di sostegno.

Sostegno per capelli lisci e sottili: pro e contro

Fonte immagine: Pixabay

La permanente di sostegno è sicura per chi ha capelli lisci e sottili, o rischia forse di danneggiare e indebolire il capello? Come dicevano le nostre zie e le nostre nonne, “chi ha i capelli ricci li vuol lisci, e chi li ha lisci, li vorrebbe ricci”. O quantomeno ondulati … anche solo un po’ di volume in più non guasterebbe, in fondo non chiediamo molto, giusto?

Se hai capelli simili a “spaghetti bolliti”, probabilmente anche tu avrai già cercato degli stratagemmi per dare volume ai capelli lisci e sottili.

I consigli sono più o meno sempre gli stessi: scegli un taglio adatto, shampoo e balsamo adatti, il phon più adatto, asciuga i capelli a testa in giù e, per carità, non applicare troppi prodotti sui capelli.

Con questi consigli, è possibile mantenere un po’ di volume per qualche ora, ma il problema (se così vogliamo chiamarlo), non è affatto risolto.

Sostegno capelli: cos’è?

Fonte: Pexels

Probabilmente, negli ultimi anni avrai sentito parlare con una certa frequenza della cosiddetta “permanente leggera”, anche nota come “new perm”.

Ormai è diventata un vero e proprio must per persone di tutte le età. I giovanissimi si sono fatti conquistare dalla moda del capello vaporoso e morbido, tanto che su TikTok, Instagram e affini, puoi vedere spesso ragazzi sfoggiano queste grandi chiome ondulate, con un effetto che ricorda un po’ quello dei capelli al mattino, quando ci siamo appena alzati dal letto, ma più curato e definito.

In poche parole, si tratta di una permanente molto morbida, che viene realizzata utilizzando bigodini di diverse grandezze e lozioni chimiche più delicate e persino nutrienti, in modo da ottenere un effetto naturale, senza stressare troppo il capello.

Pro e contro del sostegno per capelli lisci e sottili

Fonte: Pexels

Ma tornando alla questione “capelli lisci e ultrasottili”, il sostegno potrebbe essere la soluzione per ottenere un po’ di volume?

Abbiamo visto che questo trattamento è più delicato rispetto alla “cara” vecchia permanente. Nessun effetto alla “Sandy di Grease”, quindi, ma piuttosto un effetto “onde morbide e voluminose” (ma non troppo).

Giusto il risultato che chi ha capelli troppo sottili e fini vorrebbe ottenere.

Tuttavia, bisogna tenere a mente che, pur trattandosi di una procedura di certo più delicata rispetto alla classica permanente, il procedimento mira comunque a rompere la normale struttura del capello, per poi modellarla in modo da ottenere i riccioli o l’effetto beach waves. In poche parole, gli agenti fissanti potrebbero ugualmente sottoporre il capello a una certa dose di stress.

Di conseguenza, capelli molto deboli, fini e sottili, che si spezzano facilmente, non sono i migliori candidati per questo trattamento. Vediamo in breve quali sono i pro e i contro del sostegno per chi ha capelli lisci e molto fini.

I pro della permanente di sostegno per capelli fini

  1. Funziona su tutti i tipi di capelli e su qualsiasi lunghezza, quindi è un trattamento davvero (quasi) adatto a tutti
  2. Se eseguito in modo corretto, può dare movimento e volume a capelli troppo lisci, donandoti un aspetto favoloso
  3. Non perderai più ore e ore di tempo per acconciare i capelli, quindi avrai più tempo libero
  4. Ti permette di cambiare radicalmente look
  5. Puoi scegliere se realizzare dei ricci più definiti o delle semplici onde morbide
  6. L’effetto mosso durerà da 2 a 4 mesi, quindi potrai mettere da parte piastra e arricciacapelli per un bel po’ di tempo.

I contro del sostegno per capelli lisci e molto sottili

Pur essendo un trattamento più leggero rispetto alla classica permanente, il sostegno può ugualmente stressare il capello. Vediamo quando è meglio evitarlo e quali sono i contro di questa tecnica.

  1. Non è adatto per chi ha capelli che cadono, capelli tinti, fragili, molto secchi e decolorati
  2. Può indebolire e danneggiare i capelli: dovrai rivolgerti a un parrucchiere con molta esperienza, per non mettere in pericolo la tua chioma
  3. Dovrai imparare ad acconciare i tuoi “nuovi” capelli
  4. Per 2 o 3 giorni dopo il trattamento, non potrai fare lo shampoo, e questo potrebbe essere un tantino fastidioso, visto che i prodotti impiegati spesso emanano un odore piuttosto forte
  5. Potrebbe rendere i capelli più secchi e crespi, per cui bisognerà applicare regolarmente maschere e impacchi idratanti.

Riguardo gli svantaggi del sostegno, se hai capelli lisci e sottili puoi facilmente aggirare il problema parlando con il tuo parrucchiere di fiducia.

Prima del trattamento, infatti, bisognerà esaminare il tipo di capello, valutare se è già stato sottoposto ad altri trattamenti aggressivi, se si tratta di un capello indebolito o troppo danneggiato per poter procedere con la permanente di sostegno. Il parrucchiere potrebbe anche consigliarti dei trattamenti per rinforzare la chioma e, solo dopo, poter procedere con il sostegno.

Va da sé che questo genere di procedura non dovrebbe essere eseguita a casa con dei kit fai da te: il rischio è quello di ritrovarti con capelli secchi, sfibrati ed estremamente danneggiati.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Come eliminare un punto nero incistato
Cura corpo

Eliminare un punto nero incistato può non essere semplice, specie in casa. In casi come questo può essere utile ricorrere al dermatologo, il quale nel proprio studio, e con gli attrezzi giusti, può portare a compimento l’operazione in modo sicuro ed efficace. A chi voglia provare da solo, si consiglia di optare per un estrattore di punti neri o per un aspiratore, entrambi strumenti ampiamente diffusi in commercio.