Benessereblog Salute Malattie Smettere di fumare non fa ingrassare, le nuove scoperte

Smettere di fumare non fa ingrassare, le nuove scoperte

Smettere di fumare non fa ingrassare, le nuove scoperte

Smettere di fumare fa ingrassare. Ma anche no. Da tempo ormai siamo soliti pensare che smettendo di fumare la persona interessata mette su peso in pochissimo tempo: niente di più falso, come dimostrato da tre esperti in economia sanitaria che in uno studio dell’Alma Mater di Bologna, realizzato analizzando un campione di persone statunitense, ci svela che non c’è una correlazione tra l’addio alle sigarette e l’aumento del peso.

Tre 35enni che hanno vinto una borsa di ricerca dell’Associazione italiana di economia sanitaria proposta dalla FarmaFactoring Foundation, Davide Dragone, Francesco Manaresi e Luca Savorelli ci svelano che la riduzione del consumo di tabacco non incrementa il peso, aumentando il rischio di obesità. Anzi, potrebbe aiutare nella lotta a questa piaga moderna.

I ricercatori hanno studiato un campione di persone, tutte statunitensi, tra il 1999 e il 2008 e hanno notato in molti di loro un miglioramento della dieta quotidiana e una riduzione del contenuto calorico. Le accise sulle sigarette aumentavano e loro abbandonavano pian piano il fumo, abbandono causato anche dai maggiori divieti imposti in luoghi pubblici.

I ricercatori hanno dunque scoperto che chi smetteva di fumare non solo ci guadagnava in salute, evitando di fumare e di mettere a rischio polmoni e cuore, ma faceva passi in avanti anche nella lotta contro l’obesità. Nel 2007 i fumatori americani sono scesi al 20 per cento della popolazione e 40 anni prima era il 42 per cento degli statunitensi a fumare.

Dopo due anni dall’ultima sigaretta, infatti, gli ex fumatori hanno cambiato stile di vita e abitudini alimentari, con una riduzione del peso corporeo, al contrario di quanto si pensa. Chi smetteva di fumare, grazie anche alle campagne antifumo e ai costi sempre maggiori, diventava anche più salutista, riducendo così il rischio di malattie e di poter diventare obeso.

La bontà della nostra analisi, uno studio indipendente sta nel fatto che i risultati sono depurati da effetti concorrenti e contemporanei, come il fatto che la crisi può portare a spendere di meno in alimentazione o altro.

Foto | da Flickr di arthit

Via | Repubblica

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social