Benessereblog Salute Gravidanza Come cambia il seno in gravidanza?

Come cambia il seno in gravidanza?

Come cambia il seno in gravidanza?

Fonte immagine: Pexels

Quando comincia a cambiare il seno in gravidanza? Questa è una delle domande più frequenti tra chi abbia appena scoperto di essere rimasta incinta. Se i cambiamenti fisici e psicologici durante la dolce attesa sono numerosi, quelli che interessano il seno sono – per forza di cose – tra i più evidenti insieme a quelli che hanno a che fare con il pancione.

In questa sede ci concentriamo proprio su questi, andando alla scoperta di come cambia il seno nei primi giorni, nelle prime settimane di gravidanza e mese per mese, dall’aspetto dei capezzoli al gonfiore.

Quando comincia a cambiare il seno in gravidanza?

Ogni donna è diversa, e questo determina il fatto che ogni donna sperimenti determinati cambiamenti in momenti diversi della dolce attesa. Tuttavia, la crescita del seno durante la gravidanza può avvenire rapidamente già durante le prime settimane o può avere luogo gradualmente, con un aumento del seno poco per volta. Ciò che preme specificare è che potrebbe succedere che il seno non cresca molto fino a poco prima (o anche dopo) il parto. Ma niente paura. Del resto, guardando le immagini del seno in gravidanza di donne diverse, raramente queste mostrano tutte lo stesso iter.

Come cambia il seno in gravidanza
Fonte: Pexels

Da quando si gonfia il seno in gravidanza?

La gravidanza influisce sul livello degli ormoni estrogeno e progesterone nel corpo. Si tratta di ormoni che giocano un importante ruolo nella preparazione per l’allattamento al seno. Accade così che l’estrogeno stimoli la crescita delle cellule del dotto mammario e generi la secrezione di prolattina. Quest’ultima, che come l’estrogeno è un ormone, stimola l’ingrandimento del seno e la produzione di latte.

Il progesterone, invece, concorre ai cambiamenti favorendo la formazione e la crescita delle cellule produttrici di latte che si trovano all’interno delle ghiandole mammarie. Il momento nel quale inizia a gonfiarsi è naturalmente all’arrivo del latte. Volendo dare una risposta precisa alla domanda “quando si gonfia il seno in gravidanza?” ciò si verifica in via generale a partire dalla fine del primo trimestre e l’inizio del secondo trimestre. Al termine della gravidanza è abbastanza comune aver preso una o due taglie.

Come cambia il seno in gravidanza mese per mese?

Durante tale delicato periodo della vita di una donna, il seno attraversa varie fasi di cambiamento. Mese per mese presenta alcune piccole differenza, a volte impercettibili, altre più evidenti. Tra i primi e più evidenti sintomi ci sono un indolenzimento e una particolare sensibilità nella zona del capezzolo. Si può sperimentare un leggero fastidio quando si tocca o avvertire un forte dolore ogni volta che si indossa un reggiseno. Tali sensazioni sono più intense nel primo trimestre. E sono naturalmente accompagnate da un aumento delle dimensioni. Avere il seno sgonfio in gravidanza, tuttavia, non deve porre in allarme. Chiedete eventualmente un parere al medico.

Durante i 9 mesi si può assistere a un cambiamento della forma e del colore dell’areola e dei capezzoli stessi ed infine si può sperimentare un ingrandimento delle ghiandole di Montgomery.

  • Intorno alla 15esima settimana di gravidanza, le cellule produttrici di latte si attivano, intorno alla 22esima settimana iniziano a produrre latte. Questo, tuttavia, viene riassorbito dal corpo, il quale ne impedisce l’accumulo.
  • Durante il secondo trimestre i capezzoli e le areole diventano più grandi e più scuri e appaiono più evidenti anche i piccoli grumi presenti sull’areola. Tali tubercoli (detti di Montgomery) secernono un olio idratante che protegge dal dolore al seno in gravidanza e dalle infezioni dovute all’inizio dell’allattamento.
  • Entrati nel terzo trimestre, il seno può apparire più pesante o indolenzito. Inoltre, essendo le ghiandole già in grado di secernere il latte, non è detto che anche prima della nascita del bebè dai capezzoli possa fuoriuscire del colostro.

Come cambia il seno in gravidanza
Fonte: Pixabay

Seno in gravidanza nei primi giorni, com’è?

Nei primi giorni di gravidanza seno gonfio e sensibile è la normalità. Può apparire anche indolenzito. Ci si accorge del cambiamento anche solo sperimentando un disagio dovuto allo sfregamento dei vestiti nella zona dei capezzoli. Questo può provocare un certo fastidio.

Come cambia il seno le prime settimane di gravidanza?

Molte donne sperimentano cambiamenti al seno già durante le prime settimane della gravidanza. Anzi, per alcune è proprio il campanello di allarme di una gravidanza in corso. In questa fase si assiste un cambiamento nella struttura del seno che rende i capezzoli e il seno stesso più sensibili e morbidi. Ciò per via dell’aumento degli ormoni.

Come sono i capezzoli al primo mese di gravidanza?

Come sono i capezzoli al primo mese di gravidanza equivale un po’ a chiedersi come sono gli occhi di una persona incinta? Non esistono risposte valide per tutte. Durante il primo mese di gravidanza i capezzoli sono sicuramente più sensibili, e inoltre la pelle che si trova intorno, si scurisce. Le già citate ghiandole di Montgomery aumentano e diventano irregolari, secernendo una sostanza oleosa che impedisce loro di seccarsi e screpolarsi. Il tutto per permettere al seno di svolgere al meglio la sua funzione, ovvero quella di nutrire il bambino.

Seno in gravidanza, il colore cambia?

Il colore del seno in gravidanza appare più scuro. Inoltre, se è cresciuto in maniera rapida, è possibile che si ricopra di smagliature. Per evitare cicatrici permanenti applicate dell’olio di mandorle o un prodotto adatto consigliato dal ginecologo o dal dermatologo. Alcune donne possono avere perdite occasionali di sangue dal capezzolo a causa delle vene: ciò è dovuto all’aumento del numero e delle dimensioni dei vasi sanguigni.

Come riconoscere un seno in gravidanza?

Come riconoscere un seno in gravidanza? Bella domanda. Sicuramente appurando se e quali tra i sintomi appena descritti ve ne siano alcuni che si stanno personalmente sperimentando. Il cambiamento del seno è una parte normale della gravidanza, ma l’esperienza di ogni persona è diversa.

Come cambia il seno in gravidanza
Fonte: Pixabay

Seno in gravidanza, maschio o femmina?

Così come avviene per la pancia anche il seno, seppur sulla scia delle credenze popolari, potrebbe svelare se si sta aspettando un maschietto o una femminuccia. Come scoprire dal seno in gravidanza se è maschio o femmina? Se le mammelle appaiono un po’ più cadenti e le aureole dei capezzoli si presentano di colore più scuro, probabilmente si sta per diventare mamme di un maschietto. In caso di femminucce, invece, oltre ad avere il sinistro più grande del seno destro, le mammelle staranno più su del solito.

Quando smette di crescere il seno in gravidanza?

Penserete che i cambiamenti del seno cessino a parto avvenuto. In realtà così non è, anzi. Se vi state chiedendo quando smette di crescere il seno in gravidanza, possiamo affermare che ciò avviene quando si finisce di allattare il bambino (e questo indipendentemente dal fatto che lo si faccia dopo tre settimane, tre mesi o più). Ciò avviene perché, a questo punto, il processo di allattamento si inverte. Ed il seno tende a tornare quello di prima entro tre mesi da tale momento. Inoltre, dopo sei mesi di allattamento, è normale assistere ad una riduzione delle dimensioni delle mammelle. Ciò non significa che si sta producendo meno latte, ma probabilmente che parte del tessuto adiposo nel seno si sta dissolvendo.

Seguici anche sui canali social

Altri articoli su Seno