Benessereblog Salute Scottature solari: donne e bambini più a rischio con i primi soli

Scottature solari: donne e bambini più a rischio con i primi soli

Scottature solari: donne e bambini più a rischio con i primi soli

Attenzione al primo sole

: secondo un recente studio di In a Bottle, condotto su 1000 italiani e su 30 esperti tra dermatologi, geriatri e pediatri, un italiano su tre è a rischio scottature da primo sole. 6 italiani su 10 si vedono ancora troppo pallidi e pur di abbronzarsi farebbero di tutto, senza considerare i rischi derivanti dalle scottature solari.

I comportamenti più a rischio solo l’uso di creme abbronzanti al posto di quelle protettive, ma anche la convinzione che più tempo si passa sotto al sole prima ci si abbronza. Più a rischio il viso, le spalle e i decollete, mentre le categorie più soggette sono le donne e i bambini. Una scottatura solare provoca nell’immediato prurito, esfoliazione della pelle, colpi di calore, ma anche reazioni allergiche e invecchiamento cutaneo. A lungo andare può avere effetti anche gravi sulla pelle.

Cosa fare, allora? Idratate la pelle con creme, protezioni e bevendo da 1,5 a 2 litri di acqua al giorno. Utilizzate le creme protettive almeno 30 minuti prima di esporvi al sole ed evitate l’esposizione prolungate e nelle ore centrali del giorno. Riapplicate spesso la crema durante il giorno e attenti ai bambini!

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social