Benessereblog Salute Scoperto l’elisir di lunga vita?

Scoperto l’elisir di lunga vita?

Forse si, forse no. Un team di scienziati ha scoperto qualcosa, ma i meccanismi perché accade sono ancora sconosciuti. Lo studio in questione è stato pubblicato su Nature.Secondo gli studiosi della Stanford University è possibile vivere 30 anni in più bloccando l’attività di alcuni geni durante il periodo fertile. Al momento l’esperimento è stato dimostrato […]

Scoperto l’elisir di lunga vita?



Forse si, forse no. Un team di scienziati ha scoperto qualcosa, ma i meccanismi perché accade sono ancora sconosciuti. Lo studio in questione è stato pubblicato su Nature.

Secondo gli studiosi della Stanford University è possibile vivere 30 anni in più bloccando l’attività di alcuni geni durante il periodo fertile. Al momento l’esperimento è stato dimostrato solo sui vermi, ma stando a quanto riferiscono i ricercatori, ci sono ottime possibilità che il meccanismo funzioni allo stesso modo anche negli uomini.

Gli scienziati hanno bloccato nelle cavie l’attività di diversi geni, in particolare di uno chiamato Ash-2 che ne regola molti altri. Quando Ash-2 è silenzioso si bloccano anche una serie di meccanismi legati alla fertilità e questo – sostengono gli esperti – allunga la vita.

Non sono ancora chiari i meccanismi di questo effetto -hanno scritto gli autori- ma dai risultati è apparso che se non ci sono questi meccanismi, quindi quando la cavia non è fertile, non c’è neanche l’allungamento della vita. Questo conferma studi precedenti che legano il sistema riproduttivo all’aspettativa di vita“.

La media di vita è attualmente di circa 84 anni per le donne e 76 anni per gli uomini, con 30 anni in più forse i giovani d’oggi riusciranno addirittura ad arrivare all’età pensionabile…sempre se questa non si allungherà ancora di più. Data la situazione non ci resta che aspettare ulteriori sviluppi. E voi, cari lettori, cosa fareste con 30 anni in più?

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Come combattere la sarcopenia
Malattie

Per combattere la sarcopenia, è fondamentale adottare un approccio multifattoriale. L’esercizio fisico regolare, che includa attività di resistenza e forza, stimola la crescita e mantiene la funzionalità muscolare. Una dieta bilanciata, ricca di proteine di alta qualità, vitamine e minerali, favorisce la sintesi proteica muscolare. Mantenere uno stile di vita attivo, evitando il sedentarismo, contribuisce a preservare la salute dei muscoli.