Benessereblog Salute Malattie Rari leucociti nelle urine, cosa vuol dire?

Rari leucociti nelle urine, cosa vuol dire?

Rari leucociti nelle urine, cosa vuol dire?

Rari leucociti nelle urine, cosa vuole dire? Se il vostro medico vi ha prescritto un esame delle urine, può esservi capitato di aver letto questa diciture tra le tante riportate nel referto. Cosa vuol dire quando vi è una presenza di questi globuli bianchi, che lavorano per difendere l’organismo da agenti patogeni, all’interno del tratto urinario? Non allarmatevi subito, perché potrebbe anche trattarsi di una semplice infiammazione.

Più sono i leucociti presenti nelle urine, più l’infiammazione e l’infezione sarà importante: se l’esito delle analisi riporta la scritta “rari” può non essere il caso di allarmarsi, soprattutto se non ci sono altri segnali preoccupanti come la presenza di sangue nelle urine o di pus. Ricordiamo che un aumento dei leucociti nelle urine, a livelli molto alti, può indicare la presenza di malattie come cistite, uretrite, pielonefrite, ma anche calcoli renali, mentre negli uomini si può parlare anche di balanite o prostatite, l’infiammazione della prostata.

Ovviamente non appena avete ritirato il vostro referto clinico, portatelo immediatamente al medico di base o al medico che vi ha prescritto l’esame delle urine, perché anche in base ad altri dati o ad altri sintomi eventualmente presenti saprà diagnosticare al meglio quello che sta accadendo nel vostro organismo. Magari vi chiederà anche di ripetere a breve tempo l’esame, per vedere se la situazione è la stessa, è migliorata o è peggiorata.

Nel caso di accertata infezione del tratto urinario, la terapia antibiotica, prescritta rigorosamente dal medico, è la più efficace.

Foto | da Flickr di pinprick

Via | Leucociti

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social