Benessereblog Salute Psicologia: l’Italia non qualificata ai Mondiali 2018 causa “abbattimento, smarrimento, destabilizzazione”

Psicologia: l’Italia non qualificata ai Mondiali 2018 causa “abbattimento, smarrimento, destabilizzazione”

Psicologia: l’Italia non qualificata ai Mondiali 2018 causa “abbattimento, smarrimento, destabilizzazione”

Guarda la galleria: Italia non qualificata ai Mondiali 2018

L’Italia non si è qualificata ai Mondiali di Calcio di Russia 2018: ancora ci sembra un brutto incubo. Non succedeva dal 1958: avevamo sempre preso parte al Campionato del Mondo, eravamo sempre riusciti a qualificarci. Ma questa volta non è andata così. E ancora non ci possiamo credere. Ma se vi sentite smarriti, destabilizzati, quasi privi di energie per questa notizia, tranquilli, siete in buona compagnia: sono sentimenti naturali e se soffrite anche di stress è normale, come sottolinea la psicoterapeuta Paola Vinciguerra.

[quote layout=”big”]Non andare ai Mondiali è come aver distrutto un sogno che è per tutti fondamentale, dal momento che è ciò che fa avvertire la possibilità di migliorare e stare meglio.[/quote]

Ormai era una tradizione: ogni due anni, negli anni pari, avremmo potuto tifare la nazionale azzurra, una volta agli Europei, una volta ai Mondiali. E spesso molti dei ricordi della nostra vita sono legati a quella partita, a quel gol, a quell’evento avvenuto proprio durante questa gara sportiva. Per la prima volta dopo 60 anni, non avremo questo ricordo.

[quote layout=”big”]C’è un’identificazione non solo nella nazionale calcistica, ma anche nell’Italia come Paese. Quindi una Nazionale che non è ammessa nel consesso delle grandi dà una sensazione di abbattimento, di mancanza di forza, di poco valore.[/quote]

Se a questo aggiungiamo che l’Italia vive un periodo particolare a causa della disoccupazione, della crisi e del terrorismo, anche la delusione sul campo di calcio può rendere il clima sempre più stressante. Cosa succederà dopo questa prima fase di smarrimento e incredulità? Secondo la psicoterapeuta arriveranno

[quote layout=”big”]la rabbia e la necessità di trovare un colpevole, perché solo così può avvenire la ‘discolpa’: si pensa cioè che l’eliminazione non è avvenuta perché ‘non valgo niente’ ma perché qualcun altro ha sbagliato. Proprio per questo ora il mondo mediatico sposterà l’attenzione sul ‘processo post eliminazione’, con i talk show impegnati a trovare il colpevole e la causa dello sbaglio.[/quote]

Ma rimarrà comunque il fatto che l’Italia non sarà ai Mondiali 2018!

Via | Andkronos

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social