Vaccinazione anti Covid ai malati di cancro al polmone, l’appello di ALCASE Italia

Vaccinazione anti Covid ai malati di cancro al polmone, l’appello di ALCASE Italia

Vaccinazione anti Covid ai malati di cancro al polmone, la richiesta di di ALCASE Italia alle Istituzioni italiane.

Appello urgente per accelerare la vaccinazione anti Covid ai malati di cancro al polmone. È quello che chiede a gran voce alle Istituzioni italiane ALCASE Italia, la prima organizzazione ODV italiana che lotta accanto ai pazienti affetti da questo tipo di tumore. L’organizzazione non lucrativa di utilità sociale, affiliata all’ALCASE statunitense, dal 1998 informa sul tumore, sulle diagnosi, sulle cure, sui nuovi farmaci. E promuove campagne di sensibilizzazione e prevenzione, supportato i malati e i caregiver. E oggi lancia un appello che non può cadere inascoltato.

Alcase Italia si rivolge al Presidente del Consiglio Mario Draghi, al ministro della Salute Roberto Speranza, al dottor Luigi Brusaferro e al Generale Francesco Figliuolo, perché, secondo un recente sondaggio ai malati e famigliari di pazienti affetti da cancro al polmone, l’attuale copertura vaccinale è insoddisfacente per questa categoria di malati fragili. Il sondaggio è stato condotto tra i follower dei social media, un campione ridotto e forse poco rappresentativo. Ma accende i riflettori sul fatto che le somministrazioni di vaccini ai malati di cancro al polmone proseguono a rilento.

Vaccini Covid AstraZeneca e Pfizer: una sola dose già riduce il rischio di contagio

Vaccinazione anti Covid ai malati di cancro al polmone, pazienti ad elevata fragilità

Secondo l’organizzazione le “Raccomandazioni ad interim sui Gruppi Target della Vaccinazione anti-SARS-Cov-2/ COVID-19″ non tengono conto delle peculiarità dei pazienti oncologici con cancro al polmone.

Pur condividendo il principio etico secondo il quale tutti i malati oncologici sono uguali e hanno tutti gli stessi diritti, noi riteniamo che i malati di neoplasia polmonare, proprio per la gravità della forma neoplastica di cui sono affetti e per il fatto che essa colpisce lo stesso organo che è bersaglio privilegiato del Covid-19, andrebbero posti tutti in categoria 1 (malati ad elevata fragilità).

Alcase Italia suggerisce un’accelerazione. Vaccinare tutti i malati di cancro al polmone è necessario. Proprio perché sono pazienti estremamente fragili. L’associazione chiede che sia emanata con urgenza una direttiva nazionale. Per far sì che i malati oncologici polmonari possano essere protetti subito dal rischio di ammalarsi di Covid-19.

Su WhatsApp arrivano gli sticker dell’Oms dedicati ai vaccini

Foto Getty

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog