Vuoi proteggere la tua salute mentale? Smetti di preoccuparti del tuo smartphone

Vuoi proteggere la tua salute mentale? Smetti di preoccuparti del tuo smartphone

Per proteggere la nostra salute mentale dovremmo smettere di preoccuparci dell'utilizzo dello smartphone: ecco cosa spiegano gli esperti

Proteggere la nostra salute mentale è assolutamente fondamentale, specialmente durante il periodo complicato che stiamo affrontando a causa della pandemia da Covid-19. Molte persone ritengono che l’utilizzo dello smartphone possa mettere a rischio il nostro benessere, aumentando i livelli di ansia e depressione. Ebbene, i risultati emersi da un nuovo studio vi sorprenderanno di certo.

In realtà infatti pare che non sia tanto la quantità di tempo che trascorriamo incollati allo smartphone a renderci ansiosi, quanto piuttosto le nostre preoccupazioni in merito all’utilizzo del cellulare. In che senso? Scopriamolo insieme!

Secondo la nuova ricerca pubblicata sulla rivista Technology, Mind, and Behaviour, l’utilizzo dello smartphone non è un buon predittore di ansia o stress. Lo studio è stato condotto su un campione di 199 utenti iPhone e 46 utenti Android. I partecipanti sono stati seguiti per un periodo di una settimana, durante il quale sono stati analizzati sia l’utilizzo dei loro dispositivi che i livelli di ansia e depressione, oltre al grado di preoccupazione manifestato in merito all’utilizzo del cellulare.

Proteggere la salute mentale: il ruolo del nostro smartphone

Ebbene, in modo del tutto sorprendente è emerso che la quantità di tempo trascorsa usando lo smartphone non è correlata a una cattiva salute mentale. A risultare correlata è stata, invece, la preoccupazione provata dai partecipanti riguardo all’utilizzo eccessivo dello smartphone.

Sono insomma i nostri atteggiamenti e i nostri timori a mettere a rischio la salute mentale, secondo gli autori del nuovo studio.

Le tecnologie mobile sono diventate ancora più essenziali per il lavoro e la vita quotidiana durante la pandemia COVID-19. I nostri risultati si aggiungono a un crescente corpo di ricerca che suggerisce che ridurre il tempo generale trascorso con lo smartphone non renderà le persone più felici. Le persone trarrebbero beneficio da misure che aiutino ad affrontare le preoccupazioni e le paure in merito al tempo trascorso usando i telefoni.

Voi cosa ne pensate di questi risultati?

Leggi anche: Mamme e papà: le app per smartphone migliorano la sintonia con i bambini

via | ScienceDaily
Foto di Candid_Shots da Pixabay

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog