Giornata internazionale della solidarietà umana, le frasi di Gandhi

Giornata internazionale della solidarietà umana, le frasi di Gandhi

Giornata internazionale della solidarietà umana, le frasi di Gandhi sul sentimento che tutti dovremmo coltivare.

Oggi, 20 dicembre 2020, si celebra la Giornata internazionale della solidarietà umana. La ricorrenza è stata istituita nel 2005 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite proprio in questa data in quanto, lo stesso giorno del 2002, è stato creato il Fondo di solidarietà mondiale. Inutile sottolineare l’importanza della solidarietà umana, sentimento che dovrebbe essere ritenuto come uno dei valori universali imprescindibili. Così come Gandhi, che possiamo considerare uno dei massimi esponenti di questo pensiero, riteneva. Ed a questo proposito abbiamo pensato di raccogliere, di seguito, alcune delle sue più significative frasi sulla solidarietà umana da leggere e sulle quali riflettere profondamente proprio oggi, in occasione della Giornata internazionalmente dedicata alla solidarietà tra uomini.
Giornata internazionale della solidarietà umana, le frasi di Gandhi

Frasi di Gandhi: Giornata mondiale della solidarietà umana

  • Un pianeta migliore è un sogno che inizia a realizzarsi quando ognuno di noi decide di migliorare se stesso.
  • Il genere umano può liberarsi della violenza soltanto ricorrendo alla non-violenza. L’odio può essere sconfitto soltanto con l’amore. Rispondendo all’odio con l’odio non si fa altro che accrescere la grandezza e la profondità dell’odio stesso.
  • Non voglio che la mia casa sia circondata da mura e che le mie finestre siamo sigillate. Voglio che le culture di tutti i paesi possano soffiare per la mia casa con la massima libertà. Ma mi rifiuto di essere cacciato via da chiunque.
  • Il sentiero della nonviolenza richiede molto più coraggio di quello della violenza.
  • Occhio per occhio fa sì che si finisca con l’avere l’intero mondo cieco.
  • Chiunque abbia qualcosa che non usa, è un ladro.
  • Se potessimo cancellare l’«Io» e il «Mio» dalla religione, dalla politica, dall’economia ecc., saremmo presto liberi e porteremmo il cielo in terra.
  • Tu e io non siamo che una cosa sola. Non posso farti del male senza ferirmi.
  • Per me è sempre stato un mistero perché gli uomini si sentano onorati quando impongono delle umiliazioni a propri simili.
  • Se esiste un uomo non violento, perché non può esistere una famiglia non violenta? E perché non un villaggio? una città, un paese, un mondo non violento?
  • La nonviolenza è la più grande forza a disposizione dell’umanità. È più potente della più potente arma di distruzione che l’ingegno dell’uomo abbia mai escogitato. Quella della distruzione non è la legge degli umani.
  • Ama il peccatore ma odia il peccato.
  • Ogni persona che incontri è migliore di te in qualcosa; in quella cosa impara.
  • Quando la misura e la gentilezza si aggiungono alla forza, quest’ultima diventa irresistibile.
  • I doveri verso se stessi, la famiglia, il paese e il mondo non sono indipendenti l’uno dall’altro. Non si può servire il paese facendo torto a se stessi o alla famiglia. Similmente, non si può servire il paese facendo torto al mondo in generale.

Photo | Pixabay

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog