Benessereblog Salute Cause dell’insonnia: occhio a questi 7 problemi di salute

Cause dell’insonnia: occhio a questi 7 problemi di salute

Cause dell’insonnia: occhio a questi 7 problemi di salute

Ci risiamo, siete a letto da più di un’ora, vorreste dormire ma non fate altro che girarvi e rigirarvi fra le lenzuola. Saranno le preoccupazioni, i pensieri, o forse sarà colpa del caldo … E se invece si trattasse di un problema di salute che non avevate considerato? Le cause dell’insonnia possono essere molteplici. A tutti capita di trascorrere una notte in bianco di tanto in tanto. Lo stress quotidiano, del resto, gioca brutti scherzi.

Se però le notti in bianco si accumulano una dietro l’altra, probabilmente sarà il caso di analizzare in maniera più approfondita il vostro problema. Disturbi come il reflusso gastroesofageo o il dolore cronico, potrebbero infatti turbare il vostro sonno, e a lungo andare tutto ciò causerà problemi come sonnolenza diurna e persino un aumento di peso!

In questo articolo vedremo dunque quali sono le cause dell’insonnia e quando è necessario rivolgersi al medico.

Le 7 cause dell’insonnia che non avevi considerato

Come abbiamo visto, non riuscire a dormire bene, o risvegliarsi più volte durante la notte, è un problema incredibilmente comune. In particolar modo, in questo ultimo anno tante persone hanno dovuto fare i conti con la cosiddetta “insonnia da Covid”, un problema legato alla situazione stressante che stiamo vivendo. Ma vediamo quali sono le altre possibili cause dell’insonnia:

  1. Reflusso gastroesofageo: vi è mai capitato di svegliarvi con la sensazione di soffocare? Se la risposta è si, saprete già che si tratta di un fenomeno spaventoso. Ebbene, gli studi dimostrano che il bruciore di stomaco causa questi bruschi risvegli notturni, compromettendo così il nostro riposo e la nostra serenità.
  2. Ansia e depressione: la relazione fra sonno e depressione è da tempo oggetto di approfonditi studi. Le persone che soffrono di ansia e/o depressione tendono ad avere un sonno disturbato e ben poco soddisfacente.
  3. Diabete: questa patologia porta le persone a svegliarsi più volte durante la notte per andare in bagno. Inoltre, dal momento che il diabete è spesso associato a un problema di obesità, i pazienti dormono male anche a causa delle conseguenti apnee notturne.
  4. Apnea notturna: e a tal proposito, proprio la sindrome delle apnee notturne ostruttive (OSAS – Obstructive Sleep Apnea Syndrome) rappresenta una delle più comuni cause della mancanza di sonno. Questa condizione è collegata ad altri disturbi molto gravi, come depressione, demenza e Alzheimer.
  5. Assunzione di farmaci: anche alcuni farmaci, specialmente se assunti in modo scorretto, possono causare dei disturbi del sonno. In tal caso, prima di sospendere o ridurre l’assunzione del farmaco in questione, parlatene sempre con il vostro medico curante.
  6. Morbo di Parkinson: fra i sintomi di questa malattia rientrano proprio i disturbi del sonno. In particolar modo, i pazienti potrebbero soffrire di incubi ricorrenti, apnea notturna e sonnolenza diurna.
  7. Morbo di Alzheimer: anche in questo caso, uno dei campanelli d’allarme della malattia è rappresentato dalle alterazioni del normale ciclo del sonno. Studi dimostrano che proprio l’analisi della storia del sonno dei pazienti può aiutare a predire l’eventuale comparsa della malattia.

Se soffrite di insonnia cronica, o se avete notato dei cambiamenti nella routine del sonno, parlatene con il vostro medico curante, in modo da individuare la causa del problema e i rimedi più adatti.

Foto di Katniss12 da Pixabay

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog