Benessereblog Salute Contraccezione Pillola anticoncezionale: pro e contro

Pillola anticoncezionale: pro e contro

Pillola anticoncezionale: pro e contro

Sono tanti i falsi miti riguardanti l’assunzione della pillola anticoncezionale, ma gli effettivi pro e contro derivano da una completa conoscenza dell’argomento. Le stime in merito parlano chiaro, è fuori di dubbio il contraccettivo più utilizzato dalle donne di tutto il mondo per prevenire gravidanze indesiderate, ma anche per curare disturbi legati all’apparato riproduttivo e alla corretta ovulazione, come le mestruazioni dolorose.

La pillola anticoncezionale fa ingrassare? E fa effetto subito? Vediamo di chiarire come funziona rispondendo alle più comuni domande a riguardo.

Da quando inizia a fare effetto la pillola anticoncezionale?

Se la prima pillola viene assunta il primo giorno del ciclo la sua efficacia si esplica fin da subito. Se si inizia uno dei giorni seguenti, per evitare gravidanze indesiderate bisogna un altro metodo contraccettivo in aggiunta. Solitamente la posologia della pillola anticoncezionale prevede l’assunzione di un confetto al giorno, a partire dal primo giorno di flusso per la durata di 21 giorni, praticamente tre settimane. Segue una pausa di sette giorni, durante la quale si ha il flusso, poi si ricomincia con una nuova confezione seguendo sempre lo stesso schema.

Più si è regolari nell’assunzione meno si ha il rischio di sbagliare, soprattutto per quanto riguarda le pillole di solo progestinico, che sono considerate minipillole in quanto a basso dosaggio ormonale: la precisione di assumerla sempre allo stesso orario aiuta a ricordare meglio quando prenderla, senza dimenticarla ed esporsi perciò al rischio che la copertura ormonale non funzioni. Quando la si vuole interrompere, ad esempio se si decide di pianificare una gravidanza o se si presentano problemi di salute, si può scegliere di terminare la scatola oppure di smettere durante l’assunzione.

Pillola anticoncezionale pro e contro

Cosa bisogna fare per iniziare a prendere la pillola?

Utile prima di iniziare a prenderla è capire come funziona la pillola anticoncezionale. Nata nel 1960, tale farmaco si è evoluto nel corso del tempo: in commercio esistono tipologie differenti di pillole, sia di tipo combinato (progestinico ed estrogeno) oppure di tipo unico (solo progestinico). Il funzionamento della pillola è legato all’inibizione della sintesi di due ormoni, le gonadotropine FSH e LH che vengono prodotte dall’ipofisi.

La pillola contiene ormoni che impediscono l’ovulazione, e cioè il rilascio dell’ovulo da parte delle ovaie, e rendono il muco cervicale più spesso, il che rende più difficile allo sperma l’ingresso nell’utero. Inoltre le pareti dell’endometrio, la mucosa che ricopre l’utero, si assottigliano: in questo modo l’ovulo trova un terreno meno fertile, è proprio il caso di dirlo, per attecchire e dare il via ad una gravidanza. Prima di iniziare a prenderla, è bene fare una visita ginecologica nell’ambito della quale il ginecologo sarà in grado di individuare la presenza dei requisiti che la rendono ideale o meno per il singolo caso.

Quanto tempo si può prendere la pillola?

In via teorica non esistono restrizioni di tempo in fatto di assunzione della pillola. Si potrebbe affermare che la pillola si possa assumere per tutta la vita. Ciò vale a maggior ragione se consideriamo come la pillola anticoncezionale possa essere prescritta anche a scopo terapeutico. Nei fatti, tuttavia, non sono molte le donne che continuano ad assumerla per sempre. Ciò non accade perché, per un motivo o per l’altro, capita di dover o voler fare delle pause (gravidanza inclusa).

Qual è la migliore pillola anticoncezionale?

Non esiste una pillola anticoncezionale migliore di un’altra. Semplicemente esiste quella migliore per il proprio caso specifico a seconda che vi si ricorra per evitare una gravidanza o per curare uno dei disturbi per i quali viene generalmente prescritta. Ce ne sono, tuttavia, alcune più comuni di altre. E il caso della pillola anticoncezionale Yasmin, che appartiene alla categoria delle pillole combinate per il contenuto di due ormoni femminili, il drospirenone e l’etinilestradiolo. E della pillola contraccettiva Novadien, anch’essa tra le pillole combinate. Altre marche da citare sono: Yaz e Yasminelle.

Pillola anticoncezionale pro e contro

Si può avere la pillola anticoncezionale senza ricetta?

No, non è possibile avere la pillola anticoncezionale senza ricetta. Tale farmaco, che si acquista in farmacia, necessita di una prescrizione da parte di un medico ginecologo. Prescrizione che deriva da una attenta visita effettuata dallo stesso e che comprende degli esami del sangue utili per valutare quale sia quella più adatta al caso concreto.

I prezzi della pillola anticoncezionale quali sono?

Le pillole contraccettive sono dei farmaci a tutti gli effetti. Solitamente sono racchiuse in confezioni contenenti il numero esatto di un intero ciclo, ovvero 21. Il costo della pillola anticoncezionale varia in base al tipo. Esistono infatti di vecchia e nuova generazione. Quelle facenti capo alla prima variano tra i 14 ed i 18 euro a confezione. Le seconde, invece, in genere costano tra i 9 e i 10 euro.

Pillola anticoncezionale pro e contro

Pillola anticoncezionale, pro e contro in 10 punti: li conosci?

Facciamo un’analisi dei pro e dei contro della pillola anticoncezionale in una lista di 10 punti. Iniziamo con i vantaggi per proseguire con gli svantaggi.

1. Ha un’efficacia davvero alta

Pari al 99% quando assunta in modo corretto.

2. Può ridurre il dolore dei crampi mestruali

Se si soffre di sindrome premestruale tali pillole possono alleviare sintomi tipici della stessa tra i quali sbalzi d’umore, dolore al seno, aumento di peso, gonfiore e acne andando ad uniformare i livelli ormonali durante il ciclo.

3. Può aiutare a tenere sotto controllo l’acne e la peluria

Ciò in quanto agisce riducendo i livelli di ormoni maschili prodotti dalle ovaie. Alti livelli di questi provocano la crescita dei comuni “baffetti” sopra le labbra, sotto il mento e sul seno.

4. Protegge da alcuni tipi di cancro

In particolare riduce il rischio di sviluppare il cancro dell’endometrio. Nonostante non curi la patologia, può alleviare i sintomi dell’endometriosi.

5. Regolarizza il ciclo mestruale

Le pillole anticoncezionali possono aiutare a regolarizzare il ciclo in modo da sapere esattamente quando sta arrivando. Ciò in quanto le pillole combinate contengono ormoni estrogeni e progestinici, simili a quelli prodotti dalle ovaie.

Un’eventualità da tenere in considerazione è l’arrivo del ciclo anticipato con la pillola anticoncezionale. Niente paura, soprattutto nel caso in cui si tratti di un caso isolato e nel caso in cui tutte le pillole del ciclo siano state assunte in maniera regolare.

6. È un appuntamento quotidiano che non può essere saltato

Per garantirne l’efficacia, è necessario assumerla tutti i giorni alla stessa ora. Cosa che può essere non semplice quando si ha una vita frenetica e ricca di impegni che possono farci distrarre da tale obbligo quotidiano.

7. Protegge da gravidanze indesiderate

Ma non dalle malattie sessualmente trasmissibili come clamidia, gonorrea, verruche genitali, herpes genitale, sifilide o HPV.

8. Può comportare effetti collaterali indesiderati

Questi includono: mal di testa, seno indolenzito, nausea, spotting.

9. Aumento di peso

È una questione annosa sulla quale gli esperti sembrano non essere concordi. Si ritiene, tuttavia, che in alcune donne che assumono regolarmente la pillola si verifichi un aumento di peso corporeo, e che questo sia dovuto però alla ritenzione idrica secondo alcune teorie, ed al rallentamento del metabolismo secondo altre.

10. Aumenta il rischio di cancro al seno

Se è vero che protegge dal rischio di tumore all’endometrio aumenterebbe il rischio di un cancro al seno, del tumore al fegato e della cervice uterina.

Pillola anticoncezionale per l’uomo esiste davvero?

E, per concludere, una curiosità: dagli scienziati dell’Università del Minnesota sarebbe stata ideata una pillola anticoncezionale per uomo. Si tratta di un farmaco che ha dato risultati incoraggianti ma che tuttavia è stato attualmente provato sui soli topi di sesso maschile. In questi avrebbe ridotto drasticamente la produzione di sperma risultando efficace al 99% nella prevenzione di gravidanze. Al momento si attende la sperimentazione della nuova pillola contraccettiva per gli uomini. Se questa dovesse andare come sperato, la pillola potrebbe essere immessa in commercio tra 5 anni.

Seguici anche sui canali social

Altri articoli su Farmaci