Benessereblog Salute Mangiare la placenta umana: rischio infezione da streptococco del gruppo B

Mangiare la placenta umana: rischio infezione da streptococco del gruppo B

Mangiare la placenta umana: rischio infezione da streptococco del gruppo B

L’ultima moda? Mangiare la placenta umana: moltissime donne, neo mamme, la bevono o la mangiano tramite pillole di placenta essiccata. Sono diverse le celebrities che hanno mostrato le loro fotografie intente a seguire questo trend di dubbio gusto, ma attenzione, perché si potrebbe rischiare molto.

La Cnn, infatti, ha riportato il caso di un bambino affetto da una ripetuta infezione da streptococco del gruppo B: la vicenda è stata descritta sul Morbidity and Mortality Weekly Report dei Centers for Disease Control and Prevention. Il bambino, nato in autunno, ha ricevuto una diagnosi di infezione da streptococco B, potenzialmente pericoloso per i neonati.

Il contagio potrebbe essere avvenuto perché la mamma prendeva due pillole di placenta umana essiccata risultata positiva per lo streptococco del gruppo B, ma non si esclude anche un contagio da un altro membro della famiglia. Il report suggerisce di non ingerire capsule di placenta e invita le mamme a informarsi sui rischi.

Via | Adnkronos

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social